Cronaca

Ricatto dopo il sesso: soldi per non inviare i video alla moglie, arrestata

I Carabinieri si sono appostati e hanno atteso l’ennesimo scambio di denaro

Chiedeva soldi per non informare la moglie. I Carabinieri della Stazione Bologna hanno arrestato una cittadina tunisina 30enne, senza fissa dimora, per estorsione.

E’ successo durante un’indagine che i militari avevano avviato dopo la denuncia di un anziano. La donna con la quale aveva avuto rapporti sessuali, aveva iniziato a chiedere denaro, minacciandolo, in caso di rifiuto, di informare la moglie, mostrandole i filmati dal contenuto sessuale che aveva girato di nascosto. Inoltre, se questo non fosse stato sufficiente, si sarebbe inventata anche uno stupro.

Preoccupato per la propria reputazione, l’anziano, si è rivolto ai Carabinieri. I militari, dopo aver analizzato il modus operandi della 30enne, si sono appostati e hanno atteso l’ennesimo scambio di denaro, dopodiché sono intervenuti per arrestarla in flagranza di reato. Su disposizione della Procura della Repubblica di Bologna, la donna è stata tradotta in carcere.

Lei lo lascia, lui minaccia di ucciderla e di diffondere foto intime 

Revenge porn: la foto hot della fidanzata on line, minore nei guai a Persiceto

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricatto dopo il sesso: soldi per non inviare i video alla moglie, arrestata

BolognaToday è in caricamento