Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca Centro Storico / Piazza San Giovanni in Monte

Opere d'arte rubate, 'piazzate' ad un antiquario: in scacco con un'"imboscata"

Arrestati padre e figlia, che hanno cercato di rivendere ad un antiquario alcuni oggetti di gran valore, trafugati la notte di San Silvestro. Tra la refurtiva anche un 'Guido Reno' e un 'Giuseppe Maria Crespi'

'Colpo' ghiotto la notte di Capodanno, in opere d'arte di pregio, per un valore di almeno 100 mila euro. Il furto era avvenuto in un palazzo di piazza San Giovanni in Monte e la refurtiva stava per essere 'piazzata' ad un antiquario, che però si è insospettito ed ha avvertito i carabinieri, mettendo in scacco i malintenzionati. Nei guai,  sono finiti un  padre e una figlia,  arrestati ieri con l'accusa di ricettazione.

I due sono stati pizzicati attraverso un'"imboscata'. L'antiquario, contattato per la cessione, nutrendo seri dubbi, aveva contattato i militari, che hanno atteso di poter cogliere i ricettatori in flagrante. Padre e figlia, infatti, sono stati presi durante un incontro con l'antiquario, che si era detto interessato a visionare le opere. Si era dato appuntamento con i ricettatori in un palazzo in via Collegio di Spagna. Qui è scattato il blitz delle forze dell'ordine, con l'arresto. Sono in corso ulteriori indagini per capire come i due siano entrati in possesso delle opere.

La refurtiva conta 12 dipinti della scuola bolognese del XVI secolo, tra cui un 'Volto di Cristo' attribuito a Guido Reni e una 'Madonna con bambino, angeli e santi' di Giuseppe Maria Crespi. Poi due vasi antichi in ceramica e vetro, tre orologi da tavolo tra cui una 'parigina' in bronzo, tre orologi da polso di pregio e 24 oggetti tra cornici, soprammobili e argenteria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Opere d'arte rubate, 'piazzate' ad un antiquario: in scacco con un'"imboscata"
BolognaToday è in caricamento