Giudice ordina di dare la residenza a due richiedenti asilo: Merola soddisfatto

Il tribunale ha dato ragione ai due migranti a cui il Comune aveva negato l'iscrizione anagrafica in base al decreto Salvini: 'E' ingiusto negarla'

A Bologna il tribunale ha dato ragione a due richiedenti asilo a cui il Comune aveva negato l'iscrizione anagrafica in base al decreto Salvini.

Ora Palazzo D'Accursio dovrà provvedere all'iscrizione su ordine della magistratura. Il sindaco Virginio Merola non obbietta, anzi ha accolto "questa sentenza con soddisfazione, il Comune la applicherà senza opporsi". "Smentire la destra - scrive Merola raccontando il caso su Facebook - significa batterla usando la legge e la legalità democratica. Quando ho ridato l'acqua agli occupanti ho agito come autorità sanitaria e non come delegato del Governo, che è invece il caso dell'anagrafe. Il ministro Salvini fa propaganda ma i fatti lo smentiscono, è ingiusto negare la residenza ai richiedenti asilo".

Secondo la legge 113/2018 (Decreto sicurezza) infatti “il permesso di soggiorno per richiesta d’asilo non costituisce titolo per l’iscrizione anagrafica”.

Il sindaco fa riferimento all'ordinanza del 2015 con la quale il Comune impose il riallaccio immediato dell'acqua all'occupazione abitativa di via Mario de Maria e che gli costà un'inchiesta per abuso d'ufficio, poi archiviata.

Acqua agli occupanti, archiviazione per sindaco e Assessori: "No reato, c'erano bimbi"
Acqua agli occupanti, archiviazione per sindaco e Assessori

 

Potrebbe interessarti: https://www.bolognatoday.it/cronaca/acqua-occupanti-archiviazione-merola-assessori.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/pages/BolognaToday/163655073691021

Potrebbe interessarti: https://www.bolognatoday.it/cronaca/acqua-via-de-maria-occupazione.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/pages/BolognaToday/163655073691021


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Emilia-Romagna verso la zona gialla, Donini: "Aspettiamo una settimana"

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Martina stroncata dal covid a 21 anni: "La conoscevo da sempre... usiamo meno leggerezza d'ora in avanti nel parlare della malattia"

  • Nuova ordinanza regionale: confermate le misure, altre attività aperte nei prefestivi

  • Stato di crisi: "Non c'è mobilità, non ci sono i ristori": in autostrada i distributori chiudono

Torna su
BolognaToday è in caricamento