rotate-mobile
Cronaca Fiera / Viale Aldo Moro

Ricorso respinto? Il Comitato Besta risponde con reclamo ed esposto ai Forestali

Dopo il respingimento del ricorso da parte del Tribunale civile, con una sentenza che definiscono "piuttosto pilatesca”

Non si arrende il Comitato Besta che si batte contro la nuova scuola in zona fiera e il conseguente abbattimento degli alberi al Parco Don Bosco. Dopo il respingimento del ricorso da parte del Tribunale civile, con una sentenza che definiscono "piuttosto pilatesca”, i componenti del comitato hanno deciso di presentare a loro volta un reclamo allo stesso Tribunale: "Abbiamo seguito una strada diversa da quella indicata dalla giudice, rifacendoci a un ricorso simile, per tutelare il diritto alla salute, presentato a Torino contro il taglio di alberi su un viale cittadino. In quella sede il giudice ha sospeso i lavori e nominato un perito, mostrando quindi la piena titolarità del giudice civile su questa materia. Queste vicende altalenanti mostrano quanto il sistema della giustizia italiana sia ancora inadeguato ad affrontare le sfide ambientali e a garantire la salute dei cittadini" scrivono sui social. 

Il Comitato ritiene che "la giudice evita di pronunciarsi nel merito" e lascerebbe intendere che potrebbero avere ragione: "Ma c'è un difetto di giurisdizione: avremmo dovuto far ricorso al Tar, non al Tribunale Civile. In questo coglie le motivazioni su cui si è basata la difesa del Comune, che appunto contestava il fatto di esserci rivolti al Tribunale civile anziché al Tar. Motivazioni che assomigliano in modo preoccupante allo stile difensivo a cui ci aveva abituato Berlusconi, tutto basato su cavilli procedurali per evitare le questioni di merito. ma c'è un difetto di giurisdizione: avremmo dovuto far ricorso al Tar, non al Tribunale Civile - scrivono - In questo coglie le motivazioni su cui si è basata la difesa del Comune, che appunto contestava il fatto di esserci rivolti al Tribunale civile anziché al Tar. Motivazioni che assomigliano in modo preoccupante allo stile difensivo a cui ci aveva abituato Berlusconi, tutto basato su cavilli procedurali per evitare le questioni di merito". 

Quindi non si fermeranno: oltre a continuare il presidio al Parco Don Bosco,  i legali presenteranno un reclamo formale, mentre sono già andati dai Carabinieri forestali per redigere un esposto perchè venga fatto rispettare il divieto di legge contro il danneggiamento di nidi e uova da marzo

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricorso respinto? Il Comitato Besta risponde con reclamo ed esposto ai Forestali

BolognaToday è in caricamento