rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021

'Polizia di prossimità'. La questura cambia strategia: "Più agenti ed espulsioni" | VIDEO

Il nuovo modello dei controlli si basa sul potenziamento della prevenzione con equipaggi aggiuntivi e pattuglie appiedate

Più agenti in strada e priorità per rimpatri di stranieri che risultano irregolari sul territorio. È la strategia che la Questura di Bologna sta attuando in questo periodo per presidiare al meglio il centro, in particolare la zona universitaria, come racconta ai cronisti la questora Isabella Fusiello.

"In questi 15 giorni ci sono stati tanti arresti per spaccio, ma soprattutto diversi accompagnamenti in Cpr, e sono stati rimpatriati diversi cittadini dediti ad attività illegali". Nel dettaglio dall'ultima settimana di ottobre nove stranieri sono stati accompagnati nei Cpr e cinque alla frontiera. Per Fusiello privilegiare l'espulsione, anziché l'arresto o la custodia cautelare, è fondamentale: "l'espulsione è quello che gli irregolari temono di più, perché spesso i piccoli spacciatori vengono arrestati e poi immediatamente rimessi in libertà con misure come il divieto di dimora, mentre per noi è più efficace procedere con espulsione e accompagnamento, che consentono anche di risparmiare risorse economiche e personale".

"Il nuovo modello dei controlli – spiega il dirigente delle Volanti, Fabio Pichierri – si basa sul potenziamento della prevenzione, che prevede equipaggi aggiuntivi, pattuglie appiedate in un'ottica di 'Polizia di prossimità' molto apprezzata dai cittadini, e l'integrazione dei controlli con personale delle Unità cinofile, del Reparto prevenzione crimine e della Polizia amministrativa".

In queste settimane il cambio di strategia ha portato a 16 arresti (prevalentemente per spaccio), 99 denunce e il ritrovamento di 22 veicoli rubati.

Video popolari

'Polizia di prossimità'. La questura cambia strategia: "Più agenti ed espulsioni" | VIDEO

BolognaToday è in caricamento