Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca Vergato / Piazza Alvar Aalto

Riola di Vergato: stoppati i lavori in Piazza Alvar Aalto. Defranceschi punta il dito

Dopo il blocco dei lavori per la sostituzione dell'asfalto con il porfido in Piazza Aalto a Riola il "grillino" Andrea Defranceschi solleva il problema dalla Regione: "Non si rispetta la legge Galassi"

Andrea Defranceschi il capogruppo del Movimento 5 Stelle in Regione punta i riflettori sull'interruzione dei lavori nella Piazza Alvar Aalto di Riola Vergato, sul nostro Appennino. Non si rispetterebbe la Legge Galasso e i costi sono parzialmente sostenuti dalla Regione. Esempio di cattiva amministrazione.

"La piazza – dice Defranceschi - non solo è in riva al fiume Reno, e quindi tutelata dalla Legge Galasso, ma è davanti alla chiesa di Alvar Aalto, forse la sua più significativa opera in Italia, comunque vincolata e meta di turisti e appassionati di architettura. Anche uno studente del primo anno di Scuola Geometri - continua con sarcasmo - sa che in entrambi i casi occorre l'autorizzazione paesaggistica, cioé lo svincolo della Sovrintendenza: un foglio di carta 'inutile' per il vicesindaco che procede come nulla fosse”. E intanto passerà altro tempo.

LEGGE GALASSO. La legge Galasso è la prima normativa organica per la tutela dei beni naturalistici ed ambientali in Italia, mentre la prima legge per la tutela del paesaggio è la 1497/39. Si preoccupa di classificare le bellezze naturalistiche in base alle loro caratteristiche peculiari suddividendole per classi morfologiche. L’azione di tutela all’interno delle aree individuate secondo le direttive della legislatura non esclude totalmente l’attività edificatoria, ma la sottopone all’approvazione degli enti preposti alla tutela, nonché al Ministero del Beni Culturali ed Ambientali. Le regioni vengono obbligate alla redazione di un Piano Paesistico che tuteli il territorio e le sue bellezze, in particolare i piani devono porre la totale inedificabilità in: aree alpine al di sopra dei 1600 metri, aree appenniniche al di sopra dei 1200 metri, a distanza di 300 metri dalla riva di mari e laghi e 150 metri dalle sponde di fiumi e torrenti, sui vulcani, nelle paludi, in aree di interesse archeologico, università di agraria ed aree per il rimboschimento o incendiate. Tutte le aree individuate dalla Galasso sono sottoposte alla giurisdizione demaniale.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riola di Vergato: stoppati i lavori in Piazza Alvar Aalto. Defranceschi punta il dito
BolognaToday è in caricamento