rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Cronaca Centro Storico

Diabolik torna in città, bus deviati e strade chiuse: "Via Marconi come non l'avete mai vista"

Le riprese il 7 e l'8 marzo tra via Marconi, piazza dei Martiri, via dei Mille e via Don Minzoni

Il centro di Bologna si trasforma in set cinematografico e chiude al traffico per due giorni, tra spari e inseguimenti d'auto (finti) e bus deviati (veri). Succederà lunedì e martedì prossimi, 7 e 8 marzo, nella zona di via Marconi e piazza dei Martiri, che sarà allestita per le riprese di Diabolik 2 e 3, i due sequel del fortunato film dei Manetti Bros uscito lo scorso anno. Come riporta l'agenzia Dire.

Bologna si trasformerà in Clerville, il luogo immaginario teatro delle gesta del celebre ladro in nero dei fumetti. Le riprese si svolgeranno appunto in via Marconi, piazza dei Martiri, via dei Mille e via Don Minzoni: per questo il Comune ha emanato una ordinanza che vieta la circolazione nelle strade interessate e nelle laterali e introdotto diverse direzioni obbligatorie in zona.

Via Marconi sarà chiusa al traffico (in gran parte) solamente lunedì, mentre piazza dei Martiri, via Don Minzoni, via Amendola e via dei Mille saranno off limits nei due giorni. Sarà pero' sempre garantita la circolazione a piedi sotto i portici e l'accesso ai civici, oltre che lo svolgimento delle attività commerciali.

Saranno invece dirottate ben 48 linee bus, per le quali si rimanda alle indicazioni di Tper. "Vi promettiamo che così tanto le p... non le romperemo più", scherza il regista Marco Manetti anticipando l'evento oggi sul set di viale Aldo Moro, sotto le torri della Regione, insieme all'assessora alla Mobilità Valentina Orioli e al direttore della Cineteca Franco Farinelli. "Stiamo per bloccare un po' le strade bolognesi – dice il regista a fianco del fratello Antonio – e, ringraziando i bolognesi per come ci accolgono, stiamo chiedendo loro un po' di pazienza".

"Girare in centro, tra inseguimenti e colpi di arma da fuoco creerà qualche disagio ma speriamo che sia anche condito dal divertimento". Parla di "provvedimenti drastici" per quanto riguarda il traffico l'assessora Orioli. Per trasformare Bologna in Clerville "dovremo togliere anche la segnaletica e scenografare via Marconi, che sarà come non l'avrete mai vista". E ci sarà, informa ancora l'assessore, da non spaventarsi per gli spari. 

Bologna "sarà come Los Angeles – promette Farinelli – diventerà un set con sparatorie e tutto quello che è il cinema dei registi artigiani. Sarà qualcosa di irripetibile ma che rimarrà nel cinema". Fabio Abbagnato della Film commission emiliano-romagnola ricorda da parte sua l'impatto positivo sull'economia locale: i due film, sottolinea, "significano tre milioni di euro di ricaduta sul nostro territorio".

Nuovo film Bellocchio: partono le ricerche per il bambino protagonista e le location 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Diabolik torna in città, bus deviati e strade chiuse: "Via Marconi come non l'avete mai vista"

BolognaToday è in caricamento