Il clima dei prossimi trent'anni? A Bologna meno pioggia, notti tropicali e un grado e mezzo in più

Uno studio climatologico realizzato da Arpae Emilia-Romagna considera il periodo 1961-1990 come punto di riferimento: nel trentennio 2020-2050 atteso un innalzamento della temperatura media annua

Cartello in manifestazione

Ci si chiede cosa aspettarsi nei prossimi anni in quanto a clima e surriscaldamento. Adesso un'idea ce l'abbiamo: sarà più caldo di un grado e mezzo sia d'estate che d'inverno, ci sarà meno pioggia per tutto l'anno, più notti 'tropicali' in estate e più giorni 'secchi' consecutivi nei mesi caldi.

Lo scenario bolognese secondo lo studio

E' questo lo scenario che da qui al 2050 è previsto per Bologna e la sua area urbana, secondo uno studio climatologico realizzato da Arpae Emilia-Romagna che assume il periodo 1961-1990 come punto di riferimento e che mostra anche come la condizione del capoluogo sarà per lo più condivisa con il resto del territorio emiliano-romagnolo.

Tutta la regione, dunque, nel giro di 30 anni dovrà fare i conti con gli effetti concreti del surriscaldamento globale. Per l'area urbana di Bologna, da qui al 2050 è atteso un innalzamento della temperatura media annua, ovvero la media delle temperature medie giornaliere, di circa un grado e mezzo: si salirà cioè da 13,9 a 15,6 gradi.

Come saranno le prossime estati 

Lo stesso aumento è previsto anche per la temperatura massima estiva, che in media dovrebbe passare da 29 a 31,8 gradi. Allo stesso modo saranno di piu' le notti "tropicali", ovvero con temperatura superiore ai 20 gradi (da 25 a 42 serate) e le ondate di calore (da due a sei episodi). Un incremento simile e' atteso anche per la temperatura minima invernale, che dovrebbe salire da 0,7 a due gradi di media. Dall'altro lato, invece, sono destinate a ridursi le precipitazioni annuali, cioe' la quantita' di pioggia totale cumulata nell'arco dell'anno: da 770 a 710 millimetri. Allo stesso tempo, il numero massimo di giorni consecutivi senza precipitazioni in estate salira' da 20 a 31.

Una proiezione climatica sui prossimi 30 anni 

Nell'ambito della Strategia regionale per la mitigazione e l'adattamento ai cambiamenti climatici, l'Osservatorio clima di Arpae insieme a Regione e Arter ha prodotto alcune schede di proiezione climatica riferite ai prossimi 30 anni, dividendo ai fini dello studio l'Emilia-Romagna in alcune aree territoriali omogenee: Area di crinale (oltre gli 800 metri); Area di collina (tra i 200 e gli 800 metri); Area di pianura; Area costiera (fino a cinque chilometri dal mare); Area urbana, che include i Comuni capoluogo. Ogni area e' stata poi suddivisa in settori est e ovest (per la costa nord e sud). Sono state cosi' realizzate 18 schede, ognuna con indicatori che riguardano temperature e precipitazioni calcolati per il trentennio 2021-2050 in raffronto al periodo climatico di riferimento 1961-1990 sulla base di modelli climatici globali trasferiti statisticamente sul piano regionale. 

2021-2015: aumento della temperatura medi di 1,6 gradi

Aumento della temperatura media di 1,6 gradi: 1,5 in più in inverno e 2,7 gradi in piu' in estate. Calo delle piogge di quasi l'11%. E ancora 26 notti "tropicali" nell'arco dell'estate (14 in più), fino a 28 giorni senza pioggia (sette in più) e almeno otto episodi di ondate di calore ogni estate (cinque in piu').

E' questo in estrema sintesi il risultato delle proiezioni climatiche per il trentennio 2021-2050 in Emilia-Romagna, confrontate con il periodo di riferimento 1961-1990. Lo studio è stato condotto da Regione Emilia-Romagna, osservatorio clima di Arpae e Arter, nell'ambito della Strategia regionale per la mitigazione e l'adattamento ai cambiamenti climatici.

Schlein e Priolo: "Vogliamo fare di più"

Per la vicepresidente Elly Schlein e l'assessore regionale all'Ambiente, Irene Priolo, "i dati parlano chiaro e non c'è tempo da perdere. Gli effetti dei cambiamenti climatici sono evidenti anche in Emilia-Romagna ed è essenziale mettere in campo misure rigorose di mitigazione e adattamento previste dall'accordo di Parigi del 2015". Non solo.

"Vogliamo fare ancora di più - aggiunge Schlein- la fase 3 dev'essere quella della ricostruzione in una direzione nuova e sostenibile, anche attraverso il Patto per il clima che andremo a costruire con tutti gli interlocutori sociali, a partire dagli enti locali, e per cui questi dati ci saranno estremamente utili". Il programma di mandato della Giunta, ricorda Priolo, "pone tra l'altro grande attenzione alla conoscenza. Le proiezioni climatologiche, e l'estremo dettaglio col quale sono state prodotte, sono pertanto un'ottima base per l'implementazione di una strategia regionale per la tutela quali-quantitativa dell'ambiente e per la sicurezza territoriale". 

(agenzia DIRE)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come asciugare i vestiti quando fa freddo evitando quello strano odore di umido

  • Bollettino Covid, boom contagi: +1.180 casi in regione, +348 a Bologna. Altri 10 morti

  • Coronavirus, il piano della Regione Emilia-Romagna: "Intanto isolare famiglie con positivi"

  • Crollo in via del Borgo: morto al Maggiore lo studente travolto dalle macerie

  • 23 ottobre, sciopero nazionale treni e bus: cosa c'è da sapere

  • Gianluca Vacchi firma una cashback card: oltre ai benefit, c'è anche un progetto benefico

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento