Maxi rissa in Piazza Verdi, volano pugni e bottiglie: "Un inferno mai visto prima"

E' successo oggi pomeriggio intorno alle 17. Due gli schieramenti: un gruppo di pusher e un gruppo di senzatetto

Maxi rissa oggi pomeriggio, 4 giugno, in Piazza Verdi. Intorno alle 17.00 un gruppetto di senzatetto tutti di origine italiana si è scontrato con alcuni pusher, cittadini extracomunitari. In totale sono state coinvolte oltre una dozzina di persone, che da quanto si apprende si sarebbero prese a pugni, facendo volare anche qualche bottiglia. L’accesa lite è andata avanti a lungo, è la situazione non è rientrata se non all’arrivo delle forze dell’ordine. E che forze dell'ordine: Carabinieri, Polizia, Polizia Locale ed Esercito. 

Sarebbero 4 le persone denunciate - due cittadini italiani e due stranieri - mentre è in corso di accertamento il motivo della bagarre. Dalle prime ipotesi la miccia sarebbe scoppiata per un tentativo di furto. L'unico ferito pare abbia rifiutato le cure del 118. 

Testimoni della scena: "Un inferno mai visto proma"

Otello Ciavatti, del comitato di Piazza Verdi era presente e ha scritto un post per descrivere quello che ha visto: "Mai vista una concentrazione cosi clamorosa di poliziotti, carabinieri , finanzieri esercito, vigili urbani tra piazza Verdi e via Zamboni. Dal nostro osservatorio delle stanze di Piazza Verdi abbiamo visto un gruppo di africani aggredire alcuni senzatetto, picchiare un ragazzo rubare zaini e telefoni e la reazione dei senza tetto con inseguimenti, coltellate, bottigliate. Tutti hanno chiamato le forze dell'ordine mentre proseguivano gli scontri con tavoli lanciati grida, inseguimenti, minacce: un vero e proprio inferno mai visto prima. Sono scattate denunce, minacce, conflitti che riguardano il controllo dello spaccio, ma anche questioni razziali.Evidente l'odio tra persone che anziche' essere tra loro solidali si fanno guerra e si accusano di essere portatori di violenza e illegalità.Altro che pacificazione ! Servono interventi sistematici e continui delle forze dell'ordine della cultura e dei servizi sociali altrimenti prima o poi si arriva alla tragedia irrevocabile".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lucia Borgonzoni: "Illegalità diffusa e a cielo aperto"

Anche Lucia Borgonzoni commenta l'episodio: "In piazza Verdi, oggi, è andato in scena l'ennesimo parto della tolleranza e dell'accoglienza: una maxirissa innescata da un gruppo di nordafricani, con sedie e tavoli scagliati in aria, anche nella vicina via Zamboni. L'illegalità diffusa, a cielo aperto, da sempre guardata con indifferenza dalla sinistra, oggi ha messo a rischio un intero quartiere. L'ultimo, gravissimo, episodio di una lunga serie. Siamo vicini ai residenti, che difendiamo e difenderemo sempre, e alle forze dell'ordine.  Il sindaco Merola che cosa ha da dire? Anche questa volta si volterà dall'altra parte?". Così la senatrice della Lega Lucia Borgonzoni, sulla maxirissa esplosa oggi in piazza Verdi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo a Bologna e provincia: persone intrappolate dall'acqua, allagato anche l'asse attrezzato

  • Coronavirus, altri 4 studenti positivi in 4 scuole: 78 in quarantena

  • Pianoro, morto il 17enne coinvolto nell'incidente auto-moto

  • Covid, tre positivi in due istituti scolastici di Bologna. Una classe del Liceo Righi in quarantena

  • Due locali di Bologna tra le '20 Migliori Pizze in Viaggio in Italia'

  • Covid, 3 studenti positivi a Castello D’Argile e a Bologna: coinvolte 49 persone

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento