menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
 via Filippo Re

via Filippo Re

Zona Universitaria, rissa tra collettivi: un ferito e auto sfondate

Protagonisti una dozzina di attivisti di Cua e Hobo. Durante il parapiglia danneggiate alcune auto. Dopo il trasporto in ospedale di uno dei contendenti, Digos al lavoro per ricostruire le dinamiche dei fatti

La Digos di Bologna al lavoro dopo la scazzottata di ieri pomeriggio in zona universitaria, che ha visto protagonisti una dozzina di attivisti dei collettivi Cua e Hobo, tra cui anche tre o quatto giovani donne.
Durante il parapiglia sono state danneggiate alcune auto in sosta: diversi i lunotti sfondati con dei colpi di casco da parte di uno degli attivisti. Dietro al parapiglia ci sarebbero probabili questioni legate all'organizzazione delle iniziative nella facoltà di Lettere e Filosofia.

La rissa, scoppiata intorno alle 12 in via Filippo Re, ed è finita con il ferimento di uno dei contendenti, trasportato in ospedale e dimesso con una prognosi di 30 giorni. L'interessato avrebbe sostenuto di essersi fatto male cadendo. Su questo la Digos cerca di far luce, per appurare se il soggetto si è fatto male da solo o per mano altrui. Sono al vaglio le immagini riprese sul posto da alcune  telecamere di sicurezza.

Da quanto riferisce la Digos, sul posto della rissa sono stati rinvenuti e sequestrati alcuni oggetti, tra cui una sorta di chiave inglese, sulla quale sono state trovate delle tracce ematiche, ora sotto analisi. La polizia, riesaminata la dinamica dei fatti e raccolte le prove, consegnerà il materiale alla Procura, in tempi brevi promettono.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

SuperEnalotto, la fortuna bacia Bologna: centrato un '5'

Salute

Covid19, vaccini dal medico di base: quello che c'è da sapere

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento