Cronaca Zona Universitaria

Ristoratore aggredito in centro: "Preso a calci per aver vietato uno spinello al tavolo"

Lo sfogo del titolare del locale: "E' assurdo che per far rispettare la legge si finisca insultati e picchiati"

Ha invitato una persona seduta a un tavolo con alcuni amici a non fumare lo spinello che si era preparato e allontanarsi, quando è stato aggredito da un uomo che ha assistito alla scena. Ad avvicinarsi al titolare di un locale a Bologna, senza un apparente motivo, un uomo in bicicletta che sostava poco distante dal ristorante, che lo ha insultato e spintonato fino a farlo cadere, prendendolo poi a calci.

E' accaduto nella prima serata di ieri in pieno centro, e il ristoratore, che per cautela vuole rimanere anonimo, a Bolognatoday racconta: "Tutto è successo poco dopo le 20.30 per aver vietato  uno spinello a uno dei miei tavoli - racconta - Non so questa persona in bicicletta da dove sia sbucata e soprattutto se conoscesse il gruppo di giovani che stava consumando, fatto sta che si è avvicinato e ha iniziato a urlare e a spingermi. Nella discussione sono caduto e sono stato preso a calci alla testa e al braccio, ma fortunatamente qualcuno è riuscito a fermarlo. Non ho riportato ferite, ma solo escoriazioni e un po di dolore qua e la, ma non è la prima volta che succede. Sono stato già aggredito da alcune persone che frequentano costantemente la zona prima che scoppiasse la pandemia, e sembra che la situazione peggiori sempre di più. Siamo in pieno centro, ed è assurdo che per far rispettare la legge si finisca insultati e picchiati".

Il titolare del locale al momento non vuole esporsi per "tutelare la sua famiglia e tutti i suoi dipendenti", ma assicura che "le autorità competenti sono state informate di quanto accaduto".

Le testimonianze di solidarietà

"A nome di Esercenti Città di Bologna esprimo piena solidarietà al nostro socio - afferma la presidente Chiara Poluzzi - Per arginare episodi come questo è necessaria un'operatività coordinata fra istituzioni e associazioni oltre che di cittadini ed esercenti".

Su quanto accaduto sono intervenuti anche Gianni Tonelli e Matteo di Benedetto, rispettivamente responsabile regionale del dipartimento e responsabile dipartimento Sicurezza LEGA Bologna:  “Questa è la situazione che devono affrontare quotidianamente coloro che esercitano le proprie attività in quella zona (centro, ndr) -  E’ necessario intervenire in maniera strutturale, ribaltando prima di tutto la chiave di lettura e le priorità delle scelte di governo della città. La sicurezza deve tornare un tema centrale e ineludibile, a beneficio dei cittadini e degli esercenti . Episodi come questo, che sono sempre più una tragica quotidianità, devono fungere da campanello di allarme per tutti”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ristoratore aggredito in centro: "Preso a calci per aver vietato uno spinello al tavolo"

BolognaToday è in caricamento