Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Profughi, Rizzo Nervo: 'Loro stupri più gravi? Parole Serracchiani strumentalizzate'

L'assessore al Welfare Luca Rizzo Nervo difende la presidente del Friuli e leader dem dalle accuse di razzismo: 'Se succede interrotto patto di lealtà con chi accoglie'

L'assessore Luca Rizzo Nervo prende posizione sulle parole pronunciate dallla presidente del Friuli Debora Serracchiani, e lo fa smarcandosi da Matteo Lepore che nei giorni scorsi le aveva duramente condannate. 

La ex vicesegretaria Pd, governatrice del Friuli Venezia Giulia, aveva diffuso un comunicato nel quale sosteneva che "la violenza sessuale è un atto odioso e schifoso sempre, ma più inaccettabile quando è compiuto da chi chiede e ottiene accoglienza".

Interpellato via Facebook sull'argomento, e commentando in risposta, Rizzo Nervo ha puntualizzato: "La Serracchiani ha detto che uno stupro è sempre cosa orribile e ugualmente grave. Se commesso da chi chiede al nostro Paese asilo, alla gravità eccezionale di un atto si aggiunge un secondo elemento cioè si rompe un patto di lealtà e fiducia fra chi è accolto e chi accoglie. E rischia di alimentare razzismi e intolleranza".

Per Rizzo Nervo quindi le parole di Serracchiani non significano "una diversa gravità dell'atto", ma "una ulteriore innegabile conseguenza. Chi può negarlo se guardiamo con senso di verità la realtà? Lo ha detto male? Boh, io l'ho capita al primo colpo ma può sempre essere. Ma di certo il significato era questo non certo come qualcuno ha strumentalmente fatto credere una distinzione di gravità di un reato odioso a seconda di chi lo compie".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Profughi, Rizzo Nervo: 'Loro stupri più gravi? Parole Serracchiani strumentalizzate'

BolognaToday è in caricamento