menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rumore aeroporto, Merola: "Ne parlerò con la ministra"

Il primo cittadino si prende l'impegno in vista di un prossimo incontro per le infrastrutture del territorio

Il problema del rumore prodotto dall'aeroporto Marconi di Bologna atterra sul tavolo del ministro delle Infrastrutture, Paola De Micheli. A porre la questione direttamente al ministro sarà il sindaco Virginio Merola, che oggi ha incontrato una delegazione di cittadini (tra i quali anche alcuni bambini) nel corso della manifestazione che il Comitato per la compatibilità aeroporto-città ha promosso nel cortile di Palazzo D'Accursio.

Da Merola arriva anche un netto stop ad un'eventuale ulteriore espansione del Marconi. Subito dopo il faccia a faccia, il sindaco è intervenuto sul tema con un post su Facebook. Quello del rumore aeroportuale "è un problema che riguarda la vita di chi vive e va a scuola al quartiere Navile ma, allo stesso tempo, è un tema di tutta la città. Per questo- scrive il sindaco- ho incontrato alcuni cittadini del Navile che mi hanno posto questo problema e mi hanno consegnato delle lettere con le loro richieste, a partire dai bambini che vanno a scuola e mi hanno fatto presente le loro difficoltà".

È stato "un incontro utile. Porrò la questione- annuncia Merola- al ministro delle Infrastrutture, Paola De Micheli, che vedrò presto per fare il punto sulle infrastrutture bolognesi". Nel frattempo, "ho confermato lo studio che Enav è disponibile a realizzare per verificare la fattibilità di un significativo spostamento di decolli e arrivi verso le zone non abitate. Un risultato che nasce proprio dalla pressione fatta da istituzioni e cittadini", rimarca il sindaco.

"Sarà importante anche un appuntamento che stiamo preparando per i prossimi mesi nel quale confrontarci con altre esperienze europee- aggiunge Merola- perché la norma deve essere modificata: la soglia del rumore stabilita dalla legge è ormai inefficace e questo è un tema da affrontare in chiave europea".

Rumore aeroporto: da Sindaco stop anche all'allargamento Marconi

Dopo l'incontro avuto oggi con i cittadini che protestano per il rumore prodotto dall'aeroporto, Merola su Facebook ricorda anche che "a gennaio 2020 partirà poi l'Iresa, una nuova tassa regionale che servirà appunto a mitigare il disagio del rumore. Sarà importante definire come applicarla perché sia veramente efficace".

Infine, ai cittadini "ho confermato che non ritengo che il Marconi si debba espandere, sono piuttosto convinto che ci dobbiamo muovere in un'ottica di aggregazione e integrazione degli scali", è il punto fissato dal primo cittadino. Dopo il faccia a faccia tra Merola e la delegazione dei cittadini, in mezzo ai manifestanti che hanno affollato il cortile del Comune si è presentato l'assessore Matteo Lepore.

"Siamo qui al fianco di questi cittadini che vivono in un quartiere importante della citta'", afferma Lepore. "Quello del passaggio degli aerei rumorosi è un problema che esiste, anche il Pd è presente a questa manifestazione- sottolinea l'assessore- con una posizione che principalmente chiede a Enav e agli altri enti nazionali preposti di ascoltare finalmente i ripetuti solleciti che questi cittadini stanno dando". Bisogna "intervenire sulle scuole e fare assolutamente in modo che la vivibilità del quartiere Navile venga ripristinata con interventi strutturali", dichiara Lepore.

Al presidio non ha partecipato il presidente del Navile, Daniele Ara. C'era però la sua vice, Anna Del Mugnaio. "Le istituzioni non vanno alle manifestazioni- fa sapere Ara- ma hanno la responsabilità di dare risposte a cittadini, comitati e partiti. Bene che ci fossero i circoli del Pd, stiamo tutti andando nella stessa direzione" e cioè un necessario "abbattimento del numero dei sorvoli sulla città". (Pam/ Dire)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Superenalotto, la dea bendata bacia Vergato: centrato un '5'

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento