Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Rumorosità dell'aeroporto Marconi, PD al nuovo governo: "Nuovi limiti"

Il dem Claudio Mazzanti: "I rilievi rivelano che la legge sul rumore aeroportuale è ampiamente rispettata. Nonostante ciò, è chiaro ed evidente che il disturbo c'e' e vedremo a cosa porterà l'indagine sanitaria"

Trasporti e infrastrutture. Il PD di Bologna, mentre si consuma il duello con il Governo sul Passante, chiama in causa l'esecutivo giallo-verde su un altro tema: l'aeroporto Marconi e il rumore prodotto dalla sua attività. A farlo è il capogruppo dem in Consiglio comunale, Claudio Mazzanti, che ha affrontato l'argomento nel question time di ieri.

Marconi, chiedere al Governo di aprire un tavolo

"Tutti i rilievi eseguiti, indistintamente, rivelano che la legge ad hoc sul rumore aeroportuale e' ampiamente rispettata", sottolinea Mazzanti. Nonostante cio', "e' chiaro ed evidente che il disturbo c'e' e vedremo a cosa portera' l'indagine sanitaria", aggiunge il capogruppo.

Di conseguenza, "l'unica vera strada e' fare come facemmo nel 1997 e cioe' - ricorda Mazzanti- far si' che l'allora Governo attuasse con una legge dello Stato la definizione di rumore aeroportuale e si ottenne un grande risultato, perche' da 70-75-80 decibel Lva arrivammo a 65".

Anche oggi, dunque, "bisogna che tutte le amministrazioni immediatamente chiedano al Governo nazionale l'apertura di un tavolo Stato - Regioni per arrivare ad una nuova legge - propone Mazzanti - che fissi nuovi livelli di rumorosita', altrimenti tutto quello che facciamo non serve a nulla".

Parallelamente, "e' giusto che l'Emilia-Romagna e le altre Regioni - aggiunge il capogruppo Pd - applichino le norme sulla tassazione di rispetto dei livelli di rumorosita'", con l'obiettivo di "mitigare" l'impatto del rumore "pagando indennizzi per opere che abbattano il livello di rumorosità".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rumorosità dell'aeroporto Marconi, PD al nuovo governo: "Nuovi limiti"

BolognaToday è in caricamento