Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca Via Marconi

In sala slot con coltello e carta di credito rubata in tasca: nei guai una 42enne

Dopo aver tentato di pagare - per varie volte e senza successo - con la carta di credito, un'impiegata del locale si è insospettita: la tessera è poi risultata rubata ad un altro avventore della sala da gioco

Porto abusivo di armi o oggetti atti ad offendere e utilizzo indebito di carta di credito. Sono le accuse di cui dovrà rispondere una cittadina filippina di 42 anni pizzicata ieri all'interno di una sala slot in via Marconi.

A richiedere l'intervento sul posto della Polizia è stata un'impiegata del locale, insospettita dopo che la cliente aveva tentato di pagare con una carta di credito, rifiutata per ben tre volte. Dagli accertamenti eseguiti è infatti emerso che la straniera era in possesso di una card risultata rubata qualche giorno prima (unitamente ad un portafoglio con all'interno tanto di bigliettino dove erano annotati i codici della carta per effettuare i prelievi) ad un altro avventore della sala slot.

La donna, pizzicata in fallo, avrebbe accampato scuse che non hanno convinto gli agenti. Inoltre, dalla perquisizione personale effettuata, è stata trovata in possesso di un coltello a serramanico. Per la filippina è dunque scattata una denuncia per "porto abusivo di armi o oggetti atti ad offendere" ed è stata arrestata (e poi rilasciata) per indebito utilizzo carta credito.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In sala slot con coltello e carta di credito rubata in tasca: nei guai una 42enne

BolognaToday è in caricamento