Cronaca

Anzola, salvi i lavoratori di BLQ: saranno assorbiti da una nuova società

Chiusa con un accordo al tavolo di salvaguarda metropolitano che garantisce continuità produttiva la vicenda di Blq, azienda di Anzola dell'Emilia partecipata a livello paritario da Logimatic, Iema e Meccanica Rc

Soddisfatto il sindaco di Anzola

Si chiude con un accordo al tavolo di salvaguarda metropolitano che garantisce continuità produttiva la vicenda di Blq, azienda di Anzola dell'Emilia partecipata a livello paritario da Logimatic, Iema e Meccanica Rc. L'intesa prevede la nascita di una newco, la AM srl, costituita anche con il concorso di alcuni ex-dipendenti di Blq. I lavoratori saranno riassorbiti in parte nella nuova società, in parte ricollocati in altre aziende del gruppo.

Non tutti, però, perche' sono previsti reimpieghi effettuati in autonomia e conciliazioni individuali. La neosocieta' ha provveduto a rilevare un ramo d'azienda di Blq mantenendo quindi una parte della continuita' produttiva. "Anche questa vicenda- sottolinea il consigliere metropolitano delegato allo Sviluppo economico Massimo Gnudi- si configura come un ulteriore caso dove l'impegno delle Istituzioni e delle Parti permette di arrivare ad una soluzione soddisfacente e sostenibile. Osserviamo con interesse queste forme di coinvolgimento in prima persona dei lavoratori nella generazione di nuova imprenditorialita'".

Blq a fine 2016 aveva preso in affitto il ramo d'azienda Ciemme Group in fallimento, assumendone, alle medesime condizioni contrattuali e senza soluzione di continuità, il personale in forza e mantenendo le forniture che la Ciemme aveva per importanti imprese del settore macchine automatiche del bolognese. Ad inizio marzo, pero', il sindacato ha chiesto l'attivazione del tavolo di salvaguardia di fronte ad un imminente rischio di chiusura dell'attivita' e della perdita di posti di lavoro, rischio determinato da una riduzione delle committenze che aveva anche esposto l'azienda a livello finanziario.

SODDISFATTO IL SINDACO DI ANZOLA. Nel primo incontro al tavolo è emersa la volontà delle parti ad esplorare soluzioni per la continuità produttiva, per la ricerca di possibili interessamenti a rilevare l'attivita' di Blq, per tutelare i 28 lavoratori coinvolti nella vicenda. Cosi' si e' giunti all'accordo. "Esprimo grande soddisfazione - fa sapere il sindaco di Anzola dell'Emilia, Giampiero Veronesi - per il risultato raggiunto che si profila come il terzo esito positivo sulla gestione di crisi aziendali in attivita' imprenditoriali sul territorio anzolese".

(DIRE) 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anzola, salvi i lavoratori di BLQ: saranno assorbiti da una nuova società

BolognaToday è in caricamento