Il giudice non convalida il fermo, Salvini: 'Potenziale terrorista libero, vicenda vergognosa'

Aveva firmato la sua espulsione dall'Italia il 12 luglio

"Lo scorso 12 luglio avevo firmato la sua espulsione dall'Italia, visto che gli investigatori lo ritenevano un pericoloso esponente dell'ala anarco-insurrezionalista di Bologna. Ma U.D., nigeriano classe 1994, condannato per detenzione di materiale idoneo alla fabbricazione di esplosivi con tanto di manuale di istruzioni, ha fatto ricorso alla Corte europea dei diritti dell'uomo e la sua espulsione è slittata". A dirlo è il Ministro dell'Interno Matteo Salvini.

Il giudice di pace non ha convalidato il fermo nel Cpr (Centro di Permanenza per il Rimpatrio) "e ora questo potenziale terrorista è tornato libero. Ovviamente non mollo e monitoriamo la situazione, ma la vicenda è vergognosa. Uno schiaffo agli italiani perbene, alle Forze dell'Ordine e agli inquirenti. Riforma della Giustizia subito" conclude Salvini. (dire)
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, previsioni per il fine settimana: tornano pioggia e neve

  • Incidente a Budrio: un morto e un ferito sulla Trasversale di Pianura

  • Vuole offrire da bere agli 'amici': invece di ringraziarlo lo aggrediscono e lo rapinano

  • People Mover, avvio il 7 marzo per la navetta veloce tra aeroporto e stazione

  • Rapina la banca, poi confessa davanti al Giudice: “Mio figlio malato, la paga da operaio non basta”

  • "Evasione fiscale da 140 milioni di euro": Maxi sequestro della Finanza, anche auto storiche di lusso

Torna su
BolognaToday è in caricamento