San Benedetto Val di Sambro: i cittadini si riappropriano del percorso-vita a Madonna dei Fornelli

Il comune ha approvato il regolamento che apre le porte ai cittadini attivi: ecco il ripristino del sentiero pedonale dopo la frana. All'opera anche il Sindaco

Collaborazione tra volontari e amministrazione a San Benedetto Val di Sambro, comune che ha approvato il regolamento che apre le porte ai cittadini “attivi”. 

Arriva il primo concreto intervento che ha portato al ripristino del percorso-vita a Madonna dei Fornelli, grazie ad un patto con l’associazione Fornelli 2000: dopo un primo importante intervento finanziato dal Comune per bloccare un intervento franoso, sono stati i cittadini riappropriarsi del sentiero pedonale con un’operazione di pulitura che ha coinvolto volontari e volontarie di ogni età, sindaco compreso. 

Tutto ciò è stato reso possibile dal “Regolamento sulla collaborazione tra cittadini e amministrazione comunale per la cura e la rigenerazione dei beni comuniapprovato alcuni mesi fa dal consiglio comunale, che prevede la possibilità per i cittadini di occuparsi del “bene comune” cioè di prendersi in cura una piccola parte del patrimonio pubblico, grazie ad un patto di collaborazione. Si tratta cioè di cittadini attivi che partecipano direttamente alla gestione dei beni comuni, che quindi non è più delegata. Un intervento volontario e gratuito in cui il ruolo del Comune è principalmente quello di agevolare la parte burocratica in un rapporto con i cittadini basato sulla reciproca fiducia.

"I lavori di pulitura e sistemazione del percorso si sono trasformati in un’occasione di festa e condivisione per la comunità, grazie anche alle signore che hanno preparato il pasto per tutti i volontari presenti, tra cui molti giovanissimi e il primo cittadino stesso Alessandro Santoni che ha voluto partecipare all’iniziativa in prima persona", fa sapere il comune appenninico. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A curare il percorso, grazie ad un accordo stipulato con il Comune, sono stati i volontari dell’Associazione Fornelli 2000 che per un giorno hanno simbolicamente “adottato” questa fetta di territorio. Se infatti spetta come ovvio al Comune gestire gli interventi di manutenzione straordinaria fondamentali in un territorio fragile come quello appenninico - proprio in questi giorni sono stati avviati i lavori di consolidamento del versante delle Cà di Sotto, interessato in passato da un imponente movimento franoso, mentre a Monteacuto Vallese si mette in sicurezza via Ca’ de Sarti, altra area a rischio frana - gli interventi di conservazione e manutenzione ordinaria meno onerosi possono essere volta per volta affidati a cittadini attivi che si prendono cura dei beni comuni anche a fronte di risorse economiche pubbliche purtroppo sempre più esigue.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'oroscopo di agosto segno per segno: ecco cosa dicono le stelle

  • SuperEnalotto, la fortuna bacia Pianoro: vinti 18mila euro

  • Covid e gestione piscine, parrucchieri ed estetisti: siglata nuova ordinanza in Emilia-Romagna

  • Le 10 mostre di agosto da non perdere a Bologna

  • Temporale improvviso nel gran caldo, alberi caduti e allagamenti

  • Coronavirus, bollettino Emilia-Romagna 1 agosto: 10.400 tamponi e 56 nuovi casi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento