Domenica, 21 Luglio 2024
Cronaca Pilastro / Via San Donato

Preparano le dosi vicino all'asilo: pusher in manette dopo la zuffa

Testate, calci e pugni ai poliziotti che lo avevano bloccato. I due "soci" sono scappati

QUI PER ISCRIVERSI AL CANALE WHATSAPP DI BOLOGNATODAY

Spaccio, per giunta vicino a un asilo nido, e resistenza. Sono i reati dei quali deve rispondere un cittadino tunisino, arrestato dalla Polizia. 

Ad ammanettarlo sono stati gli agenti del Commissariato Bolognina Pontevecchio che, in borghese, sono arrivati nel “Giardino Vittime della miniera di Marcinelle e a tutti i caduti sul lavoro”, non lontano da via San Donato. Lì erano state segnalate tre persone che preparavano le dosi di sostanza stupefacente. 

La segnalazione è risultata fondata e, quando i poliziotti hanno deciso di intervenire, i tre si sono dati alla fuga. Uno è stato acciuffato, il cittadino tunisino di 20 anni, che non ha preso bene l'intervento. Infatti ha cercato di colpire un agente a testate, calci e pugni, ma è stato ammanettato. Gli altri due, abbandonata la sostanza, sono fuggiti. 

Vecchia conoscenza

Il 20enne, regolare sul Territorio Nazionale ma senza fissa dimora, sottoposto a perquisizione, è stato trovato in possesso di 35 involucri contenenti circa 1 grammo di Hashish e 20 grammi di cocaina, oltre un bilancino di precisione.

Il ragazzo è stato accompagnato in ospedale perché dopo riferiva di accusare un malore causato dall'ingestione di alcuni involucri di sostanza stupefacente, ma, all’esito degli accertamenti, risultati negativi, è stato portato alla Dozza. 

Si tratta di una vecchia conoscenza delle forze dell'ordine per i suo precedenti di polizia per diversi furti, porto abusivo di armi e invasioni di terreni ed edifici.

Nei giorni scorsi, la Squadra Mobile, appostata nel quartiere commerciale Meraville, ha tenuto d’occhio l’andirivieni di persone sul retro del Mac Donald’s. Lì hanno arrestato due pusher e un cliente. 

Il 21 giugno, un uomo e una donna, italiani, rispettivamente di 41 e 37 anni, sono stati arrestati dalla polizia perché trovati in possesso di oltre 22 chili di marijuana. I fatti sono avvenuti sulla A13, all’altezza di Ferrara. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Preparano le dosi vicino all'asilo: pusher in manette dopo la zuffa
BolognaToday è in caricamento