San Lazzaro, rifiuti: "In otto mesi 497 sanzioni, abbandonati giocattoli, borse e scarti edili"

Serrati i controlli della Polizia Locale su tutto il territorio. La comandante Puglioli: "Spesso sono insospettabili cittadini ma grazie alle telecamere riusciamo a intervenire tempestivamente"

Foto archivio

Da tempo a San Lazzaro di Savena, così come in tutta la provincia di Bologna, è partita la lotta all'abbandono di rifiuti e serrati i controlli delle autorità preposte, affinché i cittadini rispettino regole e ambiente. E analizzando i dati delle sanzioni realizzate dal 1 gennaio 2019 al 30 settembre 2019, emerge con chiarezza che i luoghi 'preferiti' per abbandonare la qualunque sono le isole ecologiche, nonostante la presenza di telecamere.

La Polizia Locale di San Lazzaro infatti, in tema di mancato rispetto dell'Ambiente ha fatto 497 multe: 

  • 225 attraverso il sistema di telecamere su 26 isole ecologiche considerate 'critiche'
  • 202 grazie a controlli diretti della Polizia locale e delle Guardie ecologiche volontarie
  • 70 per mancato rispetto dei regolamenti di polizia urbana e ed altri regolamenti comunali

"Le telecamere sulle isole ecologiche installate per la prima volta in via sperimentale a giugno 2018 - spiega la comandante Nicoletta Puglioli - vengono spostate periodicamente e sono molto efficaci, non solo come deterrente e per raccogliere ulteriori fonti di prova per accertare le violazioni, ma anche per monitorare il comportamento e il 'fenomeno' degli abbandoni, constatando la tipologia degli abbandoni e chi trasgredisce alle regole". 

Abbandoni: la curiosità

"Da quanto emerge le persone lasciano volutamente fuori dai cassonetti soprattutto scatole o borse con giocattoli usati, pensando possano servire a qualcuno che li recuperi prima dello svuotamento dei cassonetti - sottolinea Puglioli -  ma anche questi sono abbandoni. Consigliamo sempre di donarli, ad esempio, a onlus o ad altre associazioni presenti sul territorio se ancora funzionanti".

Nel corso dei mesi del 2019, particolare attenzione è stata dedicata dalla Polizia locale a una piazzola vicina a un campo nomadi, in una zona periferica del territorio: "Le nostre indagini  hanno portato alla luce che la provenienza dei rifiuti derivava da qualche cittadino insospettabile - precisa la comandante - che aveva svuotato la cantina o aveva fatto un trasloco,  e si era voluto liberare degli oggetti ingombranti. Ma si assiste anche un altro fenomeno, quello dell’abbandono di bidoni di vernice o macerie derivanti da lavori edili, probabilmente commessi da persone che non sono in regola. Per questo, la collaborazione dei cittadini è fondamentale".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I cittadini che  vedono abbandoni di rifiuti, di qualsiasi genere, possono comunicarli tempestivamente alla centrale operativa delle Polizia Locale, chiamando il nmero: 0516228122.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nicoletta Mantovani sposa il suo Alberto: "Matrimonio a Bologna, in una chiesa speciale per me"

  • Coronavirus Emilia-Romagna, aumento contagi: +41, a Bologna 12

  • Schianto in tangenziale tra camion e auto: morto vigile del fuoco

  • Tir fermo in autostrada, camionista trovato morto

  • Coronavirus, direttore Microbiologia Sant'Orsola: "Virus muta, autunno incerto"

  • Incidente stradale, esce di strada e si schianta contro la recinzione: è grave

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento