Cronaca San Lazzaro di Savena

San Lazzaro, pacchetto "estate anti-degrado": più agenti in borghese e controlli serali

Prevenzione del degrado e estate più sicura: continua il progetto dell'Amministrazione tra controllo del territorio e videosorveglianza

Estate sicura a San Lazzaro, grazie anche all’impegno della Polizia Municipale. E' il “pacchetto di misure antidegrado”, avviato nei mesi scorsi, e che prosegue con il monitoraggio del territorio, grazie anche alla videosorveglianza partecipata.

Avviato a fine 2009, il progetto, promosso dalla Polizia Municipale di San Lazzaro e cofinanziato al 40% dalla Regione Emilia-Romagna, ha coinvolto i cittadini che hanno potuto segnalare l’installazione di telecamere in alcune zone sensibili e di interesse pubblico a tutela della cittadinanza per la sicurezza urbana. Le 20 telecamere installate nel capoluogo e in alcune frazioni (Ponticella, Idice, Cicogna, Castel de’ Britti) si aggiungono alle 10 già presenti sul territorio.

Inoltre, la Polizia Municipale è impegnata nel “Progetto sicurezza partecipata" per garantire una presenza più capillare sul territorio, anche durante le ore serali: servizi in borghese, anche in luoghi segnalati dai cittadini, per contrastare fenomeni di microcriminalità.

'ATTENTI AL DEGRADO'. "Tanti cittadini, da qualche tempo - dichiara il sindaco Marco Macciantelli in una nota - ci scrivono: “Attenti al degrado”. Anche se qui ancora non c’è, o non c’è come altrove, tuttavia bisogna fare qualcosa per prevenirlo. Di qui un’azione coordinata del Comune di San Lazzaro per azioni di rinforzo alle regole e di stimolo alla convivenza civile. Ne è sorto un vero e proprio pacchetto di misure contro il degrado. Prima di tutto: evitare di buttare cose per terra, creano sporcizia, senso di trascuratezza, qualcuno deve comunque tirarle su con dei costi per la collettività. Dalla cicca di sigaretta alla cartaccia. In un clima di forte contrasto agli sprechi è uno spreco che non possiamo più permetterci. E’ uno di quei casi in cui la buona amministrazione dipende dalla collaborazione che si verifica tra comunità e comune. Abbiamo promosso un nuovo Regolamento comunale sui “Diritti degli animali e diritti/doveri dei loro proprietari” per questioni che vanno dalle deiezioni al guinzaglio. Poi una rivisitazione del Regolamento di polizia urbana. Tra l’altro: non abbandonare i rifiuti per strada; non gettare a terra gomme da masticare; provvedere alla manutenzione e al taglio dell’erba delle aree e degli edifici privati. Poi l’ormai nota ordinanza sul fumo, parte integrante di questo “pacchetto”, valida dal 30 marzo, con una provvista di nuovi posaceneri. Più di recente, l’iniziativa sulle bevande analcoliche per i giovani contro l’idea dello sballo. Da ultimo, il contrasto al fenomeno del commercio abusivo, molto sentito da quello regolare, con un certo numero di persone identificate, negli ultimi mesi, anche con sequestro della merce contraffatta, da parte della nostra Polizia municipale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Lazzaro, pacchetto "estate anti-degrado": più agenti in borghese e controlli serali
BolognaToday è in caricamento