Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

San Lazzaro: dopo il fumo, nuove regole per i proprietari maleducati di cani

Non sono i cani a essere maleducati, ma i proprietari: questo in sintesi il nuovo Regolamento comunale per gestire l'aumento della popolazione canina di San Lazzaro

Un nuovo regolamento per San Lazzaro di Savena, chissà se discusso quanto il divieto di fumo nei dehors e nei parchi pubblici. Giro di vite contro i proprietari maleducati dei cani. Le nuove regole comunali "Diritti degli animali e diritti/doveri dei loro proprietari" si propongono di gestire gli effetti provocati dall'aumento della popolazione canina a San Lazzaro negli ultimi dieci anni (passati da circa 1.700 a oltre 3mila).

IL NUOVO REGOLAMENTO. Divieto di accesso ai cani, anche se custoditi, nelle aree destinate ai giochi per bambini, raccolta di deiezioni e la pulizia del suolo, qualora gli animali sporchino strade e marciapiedi, di dotarsi di un sacchetto o apposita paletta o altro idoneo strumento per un'igienica raccolta o rimozione delle deiezioni, obbligo del guinzaglio e, ove sia necessario, anche della museruola, qualora gli animali possano determinare pericolo, danni o disturbo. "Ovviamente - ha detto il sindaco Marco Macciantelli - bisogna evitare il cosiddetto benaltrismo: il problema sarebbe sempre 'ben altro'. Non si parla altro che di tagli. Giusto, necessario, inevitabile. Ma ci sono cose che si possono fare anche con poco o senza costi. Per spendere bene, per fare di più con meno".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Lazzaro: dopo il fumo, nuove regole per i proprietari maleducati di cani

BolognaToday è in caricamento