menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ex Casa del popolo di San Lazzaro, al via la ristrutturazione

Previsto un nuovo ascensore, bagni per disabili, impianto antincendio e rifacimento del tetto. I lavori finiranno in autunno

Nuovo look per l’ex Casa del Popolo, sede degli uffici comunali. Da pochi giorni l’edificio è infatti protagonista di un massiccio intervento di ristrutturazione, che ridarà nuova vita al complesso storico.

I lavori, per un valore di circa 200mila euro, sono stati affidati alla ditta Costruzioni Giuseppe Montagna e termineranno nell’autunno. La sede dell’ex Casa del Popolo, rimessa a nuovo, continuerà ad ospitare l’ufficio Scuola, nonché una parte dell’archivio delle pratiche edilizie.

La struttura, sede dell’ufficio Scuola e di altri spazi ad uso del Comune, presentava alcune criticità, tra cui l’assenza di un ascensore e un piano interrato inutilizzato a causa della forte umidità.  Proprio in questa sezione si concentreranno i lavori di ristrutturazione e adeguamento alla normativa antincendio, con l’obiettivo di trasferire in loco l’archivio comunale delle pratiche edilizie, al termine dei lavori.

L’installazione di un nuovo ascensore garantirà una maggiore accessibilità di tutti gli uffici, distribuiti sui tre piani dell’edificio. Per completare il quadro dei lavori strutturali, nuovi servizi igienici per disabili sorgeranno al piano terra e al primo piano, mentre sarà realizzato un passaggio ad hoc per raggiungere i servizi pubblici situati a fianco dell’edificio.

Inoltre, sarà riqualificato dal punto di vista energetico con numerosi interventi, tra cui la sostituzione dell’illuminazione e degli infissi e l’impermeabilizzazione del tetto. L’edificio, situato a poca distanza dal palazzo comunale, all’angolo tra piazza della Libertà e via delle Rimembranze, risale agli anni ’30, ma fu ristrutturato nel 1945, in seguito ai danni provocati dalla guerra.

“La ristrutturazione dell’edificio che ospita gli uffici Scuola – spiega il sindaco Isabella Conti -, rappresenta in primo luogo un importante intervento per l’accessibilità delle persone con disabilità, in secondo luogo un investimento in termini di efficientamento energetico, risparmio delle risorse pubbliche nonché decoro e recupero di un edificio storico. E’ un altro tassello da aggiungere ai numerosi interventi realizzati per rendere San Lazzaro più vivibile, più sicura, più sostenibile e più bella”.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

SuperEnalotto, la fortuna bacia Bologna: centrato un '5'

Salute

Covid19, vaccini dal medico di base: quello che c'è da sapere

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento