Processione San Luca a Pasquetta, scritte sul portico contro chiesa e carcere. Lega: "Si trovino subito i responsabili"

Gli imbrattamenti coperti subito prima della cerimonia dell'uscita della madonna, processione alla quale hanno partecipato il caridnale Zuppi e il sindaco Merola

Un'immagine dell'imbrattamento

Diverse scritte contro la chiesa e il carcere sono comparse sulla parte finale del colonnato del portico di San Luca, notate e subito coperte prima del passaggio della Madonna fuori del santuario, alla presenza del cardinale Zuppi e del sindaco Merola. La Digos ha preso visione e documentato il tutto, e ora si sta lavorando sulle telecamere di sorveglianza per cercare di individuare i responsabili del gesto.

In merito alla vicenda, parte il duro attacco della Lega. Il responsabile Giovani Nicolò Malossi parla di "un atto vergognoso, figlio di un mancato senso civico, di un mancato rispetto alla nostra religione e di un buonismo dilagante" e aggiunge: "danneggiare i portici di San Luca significa danneggiare un patrimonio di tutti i bolognesi e dell'umanità. Auspico che i colpevoli vengano al più presto identificati e abbiano una sanzione esemplare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm, le misure in arrivo e le regioni a rischio maggiore (Emilia Romagna tra queste)

  • Nuovo Dpcm: colori regioni e nuovi criteri, Emilia Romagna a rischio zona rossa?

  • Red Ronnie contro la serie su San Patrignano: "Solo aspetti negativi, ma molti sono ancora vivi grazie a Muccioli"

  • Schivata la zona rossa, l'Emilia Romagna resta arancione

  • Dpcm e zona arancione, fioccano multe per violazione del coprifuoco e uscita dai comuni di residenza

  • Bocciata alla maturità in Dad: Tar le dà ragione, esame da rifare

Torna su
BolognaToday è in caricamento