Cronaca Via San Vitale Ovest

LETTORE | Passeggiando tra "writer e 'urinatori esibizionisti': dov'è finito il senso civico?"

Due episodi, in poche ore, nel cuore cittadino, che denotano un "degrado urbano" che sta mangiando "questa povera città". E chi ama Bologna si interroga: 'Come comportarsi in certe situazioni? E ancora, così accogliamo i turisti?"

Oggi una nuova segnalazione di degrado da un nostro lettore (dopo quelle in zona Università). Come ci si deve comportare in questi casi? Ecco cosa è successo questo week-end a Federico B: "Mi chiamo Federico e sono residente a Bologna. Vorrei segnare alla redazione l’ennesimo caso di degrado urbano in questa povera città".

"Lo scorso sabato sera ho sorpreso un writer mentre imbrattava un muro di un bellissimo palazzo in via S.Vitale. Gli ho urlato contro dicendo: “Ti sembra questo il modo di comportarsi?” La mia amica che passeggiava con me gli ha intimato di smetterla poiché c’erano delle telecamere in zona (una scusa per farlo smettere immediatamente)".

"Questo, con molta naturalezza, ha smesso di scrivere sul muro con la sua bomboletta e si è dileguato con tutta la tranquillità del mondo in un vicolo buio. - continua Federico - Probabilmente, poco dopo avrà completato l’opera. Non mi sento più sicuro camminare per Bologna, mettiamo che per puro caso che questo individuo portasse con se un coltello. Cosa avrei potuto fare in questo caso?

D’altra parte, tacere di fronte a questo episodio (come in realtà fanno in molti) sarebbe stata un’azione altrettanto incivile. Ho cercato subito qualche vigile o pattuglia in zona ma in giro sembrava un deserto. Dove sono quindi le istituzioni che dovrebbero vigilare durante la notte? Difficilmente le ho mai incontrate in giro per le strade del centro. Rassegnato, mi sono diretto verso casa".

Poi il secondo episodio, a poche ore di distanza. "Oggi invece mi è capitato un’altro episodio alquanto imbarazzate. In pieno giorno e sotto gli occhi di tutti, presso il Piazzale Medaglie d’oro un uomo dall’aspetto trasandato ha orinato contro un albero e si “scrollato” (perdonatemi la volgarità) proprio in mezzo alla piazza, dove lo attendevano alcuni “amici”. Con lui c’erano alcuni cani di grossa taglia e senza guinzaglio. Incredulo ho preso il mio autobus e sono andato via. Che effetto può fare tutto questo ad un turista che visita Bologna? Specialmente in un periodo come questo che abbiamo la mostra di Vermeer e Rembrandt che attira turisti da tutta Europa.

Insomma, io sono nato e vivo in questa città da vent’anni e in tutto questo tempo ho visto che le cose peggiorano di anno in anno. Sporcizia, degrado, odori nauseabondi, tag, murales, nessun senso civico e nessun controllo istituzionale. Questo è quello che vedo costantemente nella mia città."


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

LETTORE | Passeggiando tra "writer e 'urinatori esibizionisti': dov'è finito il senso civico?"

BolognaToday è in caricamento