Vandalismo a Sant'Agata Bolognese: smantellata baby-gang

"Voglia di affrontare il brivido" il movente: per questo hanno seminato scompiglio perpetrando una serie di pericolose 'bravate': gli autori 5 'insospettabili' del luogo, tra loro solo un maggiorenne

Sul luogo di uno dei blitz ad opera della 'banda'

Hanno creato allarmismo e seminato scompiglio nella tranquilla Sant'Agata Bolognese, perpetrando una serie di atti vandalici.

Dietro i raid distruttivi c'era chi era arrivato ad ipotizzare addirittura la mano della criminalità organizzata. Nulla di tutto ciò. A furoreggiare per la cittadina era una banda composta da cinque ragazzini del posto, apparentemente 'insospettabili': eccetto un membro, gli altri sono tutti minorenni. Gli appartenenti alla 'gang', infine intercettati dai carabinieri, sono stati denunciati in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria ordinaria e minorile.

Alla fine dell’anno appena trascorso il gruppetto si era divertito ad incendiare una campana della raccolta rifiuti, nonché a danneggiare alcuni impianti del campo sportivo e di una ditta farmaceutica della zona.
Oggetto delle indagini sono stati nello specifico i seguenti episodi verificatisi, tutti in tarda serata, nella prima metà dello scorso Dicembre.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il primo risale al 6 dicembre: erano stati lanciati dei sassi all’interno della ditta farmaceutica “c.o.c. Farmaceutici” di via Modena, danneggiando un gazebo e due autovetture parcheggiate.
Il secondo - avvenuto l’11/12 - riguarda l'incendio di un telone in plastica posto a copertura del campo da calcio comunale, nonché  componenti dell’impianto di condizionamento della struttura.
Tre giorni dopo, l'ennesima 'bravata': data alle fiamme una campana in vetroresina della “geovest”, adibita alla raccolta della carta, rin via 21 Aprile.

Immediatamente gli investigatori dell’Arma, grazie ad alcune testimonianze, si sono messi sulle tracce dei giovani, segnalati nel luogo in cui si erano verificati i danneggiamenti. Negli ultimi giorni i militari hanno quindi ristretto le indagini attorno a 5 sospettati (di 18, 17, 16, 15 e 14anni, tutti residenti nel Comune di Sant'Agata Bolognese) che, incalzati dalle domande dei Carabinieri ed alla presenza dei loro genitori, hanno ammesso le loro responsabilità.
"La voglia di affrontare il brivido - spiegano i militari - li avrebbe spinti, insieme o alternandosi fra loro, a compiere questa serie di pericolosi atteggiamenti che fortunatamente si sono concluse senza ferire altre persone. Adesso però dovranno affrontarne le conseguenze: le accuse a loro carico non sono così leggere, dovranno infatti rispondere di concorso in danneggiamento seguito da incendio aggravato, danneggiamento e getto pericoloso di cose."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid -19: dove e come fare il test sierologico a Bologna

  • Riaprono i confini, controlli serrati in autostrada: maxi-sequestro di Vespe rubate in A1

  • Pianoro, tragico incidente lungo la Futa: morto un giovane motociclista

  • Tragedia a Loiano: travolto da un tronco, muore a 43 anni

  • Maxi rissa in Piazza Verdi, volano pugni e bottiglie: "Un inferno mai visto prima"

  • Debiti e tasse non pagate: sequestrato storico ristorante, coniugi agli arresti

Torna su
BolognaToday è in caricamento