Lunedì, 15 Luglio 2024
Cronaca San Vitale / Via Giuseppe Massarenti

Sant'Orsola verso il futuro: ora si opera in 3D

Nuove sale operatorie ad alta definizione e sofisticata strumentazione tecnologica: il futuro è già di casa all'ospedale bolognese dove sarà possibile eseguire interventi tridimensionali

Il futuro è già arrivato tra le stanze dell'ospedale Sant'Orsola di Bologna, dove da ora sarà possibile operare addirittura in 3D. Sono infatti state attrezzate nuove sale operatorie ad alta definizione e una sofisticata strumentazione tecnologica. A darne notizia il polo ospedaliero attraverso un

LE NUOVE SALE OPERATORIE TRIDIMENSIONALI. Si tratta di due blocchi, al secondo e al terzo piano del nuovo polo, ognuno dei quali ha sei sale di circa 50 metri quadri, con una 'ricovery room' per la preparazione dei pazienti, di oltre 200 metri quadri. Ogni sala - come riporta il direttore sanitario Mario Cavalli nel comunicato stampa - é predisposta per qualsiasi tipo di chirurgia.

TECNOLOGIA 3D. Dal centro universitario di chirurgia orale e maxillo facciale, diretto dal professor Claudio Marchetti, è stata messa a punto una tecnologia tridimensionale per interventi al volto.

Grazie ad una donazione, è stato recentemente acquisito un navigatore intraoperatorio che consente questo tipo di operazioni.
Lavorare in 3D per un chirurgo significa operare attraverso una prospettiva reale, e poter configurare il risultato in anteprima, valutandolo con i collaboratori e con lo stesso paziente. La tecnica viene applicata soprattutto ai traumi facciali e alle patologie tumorali.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sant'Orsola verso il futuro: ora si opera in 3D
BolognaToday è in caricamento