Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca Centro Storico / Piazza Malpighi

Sant'Orsola, ganasce all'auto e multa da 90 euro: 'Portavo la mamma invalida in riabilitazione, è ingiusto'

La denuncia di una donna: auto piombata mentre scortava l'anziana madre invalida dentro il reparto per una riabilitazione. Il pass che aveva non sarebbe valido in quell'area

Ganasce all'auto in appena 15 minuti, e 90 euro richiesti per liberare l'auto. Non ci sta Eleonora Costernaro, la cui colpa è stata quella di parcheggiare nel posto sbagliato mentre portava la madre invalida, di 67 anni, a fare una terapia presso l'ospedale Sant'orsola Malpighi.

"L'addetto non ha mostrato la minima comprensione -scandisce la donna- ripeteva solo di volere 90 euro per liberare l'auto, completamente impassibile davanti a una situazione di difficoltà. Alla fine Eleonora, dopo inutili giustificazioni, è stata costretta ad accettare una impegnativa di pagamento entro cinque giorni.

Ma perché non cercare un parcheggio non riservato? Eleonora piega come tutti i parcheggi nei dintorni fosssero pieni: "Non potevo certo spingere mia madre per quattro chilometri" spiega la donna, aggiungendo di essere sì in possesso si un pass area parcheggi, ma che -le è stato spiegato- non vale per qualla parte del nosocomio, il ramo Malpighi, ma solo per quella 'Sant'Orsola'. Una differenza dimenticata dalla toponomastica ma non dalla burocrazia dei parcheggi.

"A ragione o a torto, quando si vede che una persona è in difficoltà, ci si può comportare in maniera diversa" conclude Eleonora, che avanza il sospetto che l'addetto si fosse appostato: "Ho sostato 15 minuti di orologio, è impossibile che l'intervento sia partito da una chiamata".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sant'Orsola, ganasce all'auto e multa da 90 euro: 'Portavo la mamma invalida in riabilitazione, è ingiusto'

BolognaToday è in caricamento