rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca Reno

Santa Viola, anziana derubata: "La sua caldaia non funziona", ma è un ladro

"La causa sono le radiazioni dei suoi monili". Questo il fantasioso pretesto

Il copione si ripete, cambiano solo le figure: dai tecnici, ai falsi poliziotti, carabinieri o marescialli, tutti comunque con lo stesso obiettivo, quello di raggirare e derubare le persone più indifese, gli anziani. 

L'ennesimo episodio è andato in scena ieri, alle 12 circa, quando un sedicente "tecnico del gas" ha suonato a casa di una 82enne, nel quartiere Santa Viola: "Devo controllare la sua caldai poiché abbiamo rilevato un malfunzionamento. Probabilmente la causa sono le radiazioni dei suoi monili". Ovviamente si trattava di un pretesto fantasioso per far sì che l'anziana glieli mostrasse. 

"Sono un ispettore" e le ruba soldi e 40mila euro in gioielli 

Il ladro, descritto come italiano sulla 40ina, alto e magro, moro e con la barba, approfittando di un momento di distrazione della vittima, ha arraffato borsa e gioielli ed è uscito di casa e la donna ha chiamato la Polizia. Il valore del bottino è ancora da quantificare. 

Aggi inizi di febbraio, due donne ritenute responsabili di una serie di furti con raggiro sono state arrestate dalla Polizia: dopo aver approcciato le anziane vittime, nei pressi dalla loro abitazione, riuscivano con un pretesto a introdursi nella loro abitazione per rubare denaro e valori. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Santa Viola, anziana derubata: "La sua caldaia non funziona", ma è un ladro

BolognaToday è in caricamento