Sardine, oscurata per una notte la pagina ufficiale

La chiusura temporanea probabilmente dovuta a una segnalazione di massa

Qualche ora di blocco, poi la pagina Facebook delle '6000 sardine' è stata ripristinata. Oscurata nella serata di domenica - insieme alla pagina di riserva '6000 sardine 2' -, la fanpage del movimento anti-Salvini è ora nuovamente visibile, e gli organizzatori hanno fatto sapere che non è stat riscontrata alcuna violazione da parte di Fb. "In attesa di ricevere ulteriori chiarimenti tecnici sull'accaduto, se dovesse succedere di nuovo, invitiamo tutti a pazientare e non creare pagine, gruppi o eventi alternativi" -si legge in una nota.

Nella serata di ieri invece, sulla pagina temporanea, è stata diffusa una breve nota degli organizzatori: "La pagina 6000 sardine è stata oscurata. In mancanza di post offensivi, violenti o lesivi dei diritti della persona, è stata comunque bersaglio di un gran numero di segnalazioni. Questo ha automaticamente generato l’oscuramento della pagina. Siamo fiduciosi che possa tornare on-line nelle prossime ore, ma non abbiamo certezza dei tempi. Si vede che un mare silenzioso fa molto più rumore di quanto si possa pensare".

Tanti nel frattempo gli attestati di solidarietà prima del blocco temporaneo, in particolare da altre pagine Facebook che appoggiano le iniziative delle sardine dalla prima, imponente, mobilitazione di Bologna.

Fra loro, I 'Sentinelli' di Milano e Roma, che non solo hanno lanciato un 'mail bombing' per segnalare l'anomalia, ma che hanno anche puntato il dito contro un responsabile ben preciso: "Vi mostriamo - scrivevano nella serata di ieri - cosa stanno facendo nei gruppi salviniani per oscurare le pagine delle 'sardine'", allegando al post alcuni screenshot di presunti militanti leghisti impegnati ad organizzarsi per segnalare in blocco le pagine. "Sor Pienipoteri - scrivevano ancora - ha davvero una gran fifa delle piazze pacifiche e democratiche delle sardine. I suoi sgherri digitali, con le loro segnalazioni in massa, basate su nulla che non sia la loro stessa prevaricazione, hanno obbligato l'automatismo di Facebook a oscurare la pagina. Ci troviamo - accusavano - di fronte a un attacco sistematico quanto vile, tanto che - aperta a tarda sera una seconda pagina di ripiego - è stata fatta subito oscurare anche quella. Fatto sta che, in queste ore - la conclusione del post - molte e molti hanno deciso che scenderanno in piazza proprio a causa di queste nuove prepotenze squadriste". Nella notte, quindi, lo sblocco della pagina ufficiale.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Il Covid fa la sua prima vittima fra i sanitari del S.Orsola: morto a 59 anni l'infermiere Sergio Bonazzi

  • Siglata nuova ordinanza. Riaperture negozi, corsi e lezioni di ginnastica a scuola: ecco cosa cambia

  • Giornata del Parkinson, le neurologhe: "Per combattere la malattia, tre tipi di terapie avanzate"

  • Dati Covid confortanti: l'Emilia-Romagna verso la zona gialla (ma non subito)

  • Mangia la pizza e finisce in ospedale con un filo metallico nell'esofago: due denunce

Torna su
BolognaToday è in caricamento