Sardine sabato in piazza a Bologna, Piccinini: "Gesto da irresponsabili, spostatela online"

La capogruppo pentastellata in Regione commenta l'iniziativa "6mila caratteri" lanciata dal movimento per sabato prossimo. Le Sardine tirano dritto: "Non abbiamo organizzato una festa ma una raccolta di lettere che non prevede stazionamento, che si svolgerà nel rispetto delle norme sul distanziamento, e che ha già ottenuto l'approvazione delle autorità competenti"

Silvia Piccinini

"In un momento così delicato come quello che stiamo vivendo e davanti alla prospettiva concreta di nuove chiusure per cercare di limitare l’avanzata dei contagi, la festa di compleanno delle Sardine in piazza Maggiore è da considerarsi assolutamente fuori luogo. Si tratta di un gesto da irresponsabili, non ci sono altre parole per definirla”.

È il commento di Silvia Piccinini, capogruppo regionale del MoVimento 5 Stelle, riguardo alla manifestazione delle Sardine prevista per sabato 14 novembre a Bologna in piazza Maggiore. "Tutti abbiamo visto le fotografie le strade delle nostre città prese d’assalto nello scorso fine settimana da migliaia di persone, come se quelli che stiamo vivendo fossero dei normali giorni di shopping e passeggiate all’aria aperta – aggiunge Silvia Piccinini – immagini inaccettabili se accostate a quelle dei nostri ospedali sempre più in sofferenza per l’aumento vertiginoso dei contagi e che stanno spingendo sindaci e presidenti di Regione a mettere sul campo nuove limitazioni. Davanti a un contesto del genere, con l’Emilia-Romagna che si appresta a cambiare anche gradazione di colore per il rischio sempre più grande di avanzata del virus, solo chi è alla spasmodica ricerca della ribalta di tv e giornali potrebbe pensare di organizzare una manifestazione di piazza, seppur in un ipotetico rispetto del distanziamento sociale".

"Se dovesse mai svolgersi, infatti, la manifestazione di sabato rischierebbe di attirare in piazza Maggiore oltre che i suoi organizzatori anche curiosi e passanti, diventando così un assembramento bello e buono in barba a qualsiasi divieto. Per questo credo che sia arrivato il momento per le Sardine di fare un passo indietro, rinunciando fin da subito alla loro festa di compleanno e trasferendola sul web dove forse ci saranno meno telecamere e flash dei fotografi a loro disposizione ma sicuramente più sicurezza per chi deciderà di parteciparvi", conclude la capogruppo regionale M5S.

Le sardine tirano dritto

 "La capogruppo del M5s in Regione Emilia-Romagna ha ragione, viviamo un momento delicato- così replicano a Piccinini le 6.000 sardine- Proprio per questo non abbiamo organizzato una festa di compleanno, ne' una manifestazione di piazza, ma una raccolta di lettere che non prevede stazionamento, che si svolgeraà nel pieno rispetto delle norme sul distanziamento, e che ha già ottenuto l'approvazione delle autorità competenti".

Via social network, oggi una lettera "per fare comunità" pubblicata dalle sardine infatti spiega: "Un anno fa eravamo in piazza. Bologna, poi Modena, Sorrento, Palermo, Reggio Emilia e via via fino a Bibbiano. Eravamo in piazza per portare un sentimento diverso, alternativo a quel concentrato di paura, rabbia, odio, che altri a lungo hanno accuratamente seminato per poi raccogliere in termini di consenso...Un anno dopo, avremmo voluto riempire di nuovo Piazza Maggiore. .. Cercheremo di riempirla, simbolicamente, sabato prossimo, con 6000 caratteri, moltiplicati per quante saranno le persone che vorranno aderire".

Po l'accento si sposta. "In un momento come questo - si legge nel post -  qualcuno avrebbe forse trovato più utile organizzare "6000 euro" piuttosto che "6000 caratteri", lo sappiamo. Abbiamo spesso utilizzato o promosso lo strumento del crowdfunding, grazie al quale è stato possibile finanziare iniziative e gesti concreti. 
La pandemia sta portando e porterà danni incalcolabili sotto ogni aspetto, direttamente o indirettamente. Ma una delle cose più gravi che rischiamo di perdere - definitivamente, stavolta - è proprio la comunità. Perché la comunità è rimedio, sostegno, speranza. .. Ecco perché 6000 caratteri, ecco perché l'urgenza di continuare a "fare banco", ora più che mai. Ricucire dove altri vorrebbero cogliere l'occasione per strappare, una volta di più".

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Emilia-Romagna verso la zona gialla, Donini: "Aspettiamo una settimana"

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Nuova ordinanza regionale: confermate le misure, altre attività aperte nei prefestivi

  • Mangia la pizza e finisce in ospedale con un filo metallico nell'esofago: due denunce

  • Coronavirus Emilia-Romagna: +2723 contagi, 47 morti (25 a Bologna)

Torna su
BolognaToday è in caricamento