Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca Navile / Via Francesco Zanardi

Auto non si ferma all'alt, poi l'inseguimento e lo schianto in via Zanardi: banda fugge sui binari

I carabinieri all’interno dell’auto hanno trovato degli strumenti da scasso che di solito vengono usati per smontare le ruote delle auto

Sono scappati a piedi, sui binari, dopo un inseguimento a fari spenti per le vie del centro di Bologna. Ora i Carabinieri della Stazione Bologna Corticella hanno avviato le indagini per risalire a una banda di malviventi responsabili di resistenza a un pubblico ufficiale e possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli.

E’ successo la notte scorsa, intorno all’una, quando i militari hanno ingaggiato un inseguimento con il conducente di un’automobile, marca Audi, modello A6 SW, colore grigio, che non si era fermato all’alt dei militari che volevano controllarlo per verificare i requisiti richiesti dalla normativa anti Covid-19 per gli spostamenti notturni, consentiti da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute.

Invece di fermare il veicolo ed esibire i documenti di guida e di circolazione, l’automobilista ha spinto il veicolo, a fari spenti, a tutta velocità per le vie del centro, toccando i 100 km/h per sfuggire al controllo dei militari che lo hanno inseguito.

All’altezza di via Francesco Zanardi, il conducente si è schiantato contro un palo della segnaletica stradale, è sceso assieme ai tre passeggeri che stava trasportando e si sono dileguati sui binari del ferrovia che passano in quella zona. All’interno dell’auto, intestata a una società di Milano e non oggetto di furto, sono stati trovati degli strumenti da scasso che di solito vengono usati per smontare le ruote delle auto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Auto non si ferma all'alt, poi l'inseguimento e lo schianto in via Zanardi: banda fugge sui binari

BolognaToday è in caricamento