Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca Reno / Via Emilia Ponente

Disabile costretto a mendicare: 8 anni allo sfruttatore per riduzione in schiavitù

Elemosina nella zona di via Sabotino e denaro ai suoi sfruttatori, due rumeni che vivevano in un campo ai Prati di Caprara

La Corte d'assise di Bologna ha condannato a otto anni e tre mesi un romeno, Florin Rouan, accusato di riduzione in schiavitù nei confronti di un giovane connazionale con disabilità fisica.

La vittima - che ora si trova in Romania - veniva costretta a fare l'elemosina nella zona di via Sabotino e a consegnare il denaro così 'guadagnato' ai suoi sfruttatori. La persona offesa era stata sentita in videoconferenza in un'udienza precedente a quella di oggi. In concorso con Rouan era accusato dello stesso reato (aggravato dalla minorazione fisica della vittima) un altro connazionale, la cui posizione era stata definita in precedenza in rito abbreviato.

I fatti risalgono agli anni 2008 e 2009 e i romeni vivevano in un campo nomadi ai Prati di Caprara, nei pressi dell'ospedale Maggiore. Il pm Francesco Caleca aveva chiesto di condannare l'imputato all'identica pena poi decisa dai giudici

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disabile costretto a mendicare: 8 anni allo sfruttatore per riduzione in schiavitù

BolognaToday è in caricamento