Cronaca

Sanità, sciopero pubblico impiego 11 ottobre: i livelli minimi garantiti da Ausl

Tutti i punti vaccinali sono regolarmente aperti

Sciopero generale di 24 ore del pubblico impiego, lunedì 11 ottobre, proclamato dalle Organizzazioni Sindacali: ADL COBAS, CIB UNICOBAS, CLAP, Confederazione COBAS, CUB, SGB, SI COBAS, SIAL COBAS, SLAI COBAS S.C., USB, USI CIT, COBAS SANITA’ UNIVERSITA’ E RICERCA, FSI USAE. 

L’Azienda Usl di Bologna fa sapere che lo sciopero interessa gli operatori dell’area comparto (infermieri, operatori sociosanitari, tecnici sanitari, ostetriche, personale della riabilitazione e amministrativi) e gli operatori della dirigenza medica, sanitaria, tecnica, professionale e amministrativa.
L’Azienda USL di Bologna assicura i livelli minimi di attività previsti dall’accordo sindacale in caso di sciopero, in linea con le disposizioni normative di riferimento, e compatibilmente con le necessità generate dall’attuale periodo pandemico. Tutti i punti vaccinali sono regolarmente aperti.

In particolare, oltre all’assistenza non differibile e alle urgenze, l’Azienda Usl di Bologna garantisce attività essenziali nei Dipartimenti di Emergenza, Salute Mentale e Dipendenze Patologiche, Materno-Infantile, Chirurgico, Oncologico, Cure Primarie, Sanità Pubblica, Servizi (dialisi, diagnostica per immagini, LUM). 

Sciopero 11 ottobre, a Bologna bus Tper a rischio: ecco quali le corse garantite e non

Sciopero generale 11 ottobre: scuola, trasporti e uffici pubblici a rischio

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità, sciopero pubblico impiego 11 ottobre: i livelli minimi garantiti da Ausl

BolognaToday è in caricamento