Sabato, 13 Luglio 2024
Cronaca Centro Storico / Via Irnerio

Sciopero generale: annunciati mezzi a singhiozzo, cortei e blocco traffico

Si preannuncia un venerdì difficile. Mentre la rabbia di precari, studenti e lavoratori sfila in strada, disagi vari in vista: dalla scuola, ai mezzi pubblici, alla sanità. Blocchi annunciati. Blitz vs banche e agenzie interinali

Si preannuncia un venerdì faticoso quello di oggi, 12 dicembre, giornata dello sciopero generale proclamato dai sindacati Cgil e Uil, che coinvolge tutti i settori: dalla scuola ai trasporti pubblici. "Il governo continua su una strada che non ha prodotto risultati : nessun contrasto alla crisi, nessun sostegno alla economia reale che produca con un rapido e concreto piano di investimenti una vera ripresa dei nostri sistemi produttivi", questo l'affondo dei sindacati che hanno deciso di tornare in piazza "per una riforma realmente universale degli ammortizzatori sociali; per cancellare le iniquità contenute nella legge Fornero sulle pensioni; per contrastare realmente il lavoro debole e precario; tutelare i lavoratori licenziati ingiustamente e senza un vero motivo'. Alla base delle richieste anche investimenti reali "in vere politiche attive per il lavoro, nonchè la lotta alla corruzione, all’evasione, agli sprechi, agli appalti al massimo ribasso e all’economia illegale".

CORTEI E BLOCCHI DEL TRAFFICO ANNUNCIATI. La rabbia dei lavoratori oggi sfila in piazza. Varie le manifestazioni organizzate. I sindacati hanno dato appuntamento alle ore 9  in Piazza Azzarita e nella Piazzetta del Teatro Teastoni, via Matteotti 16. Da qui parte il primo corteo, puntando su in via Rizzoli e sotto le due Torri, per approdare sotto il palco dal quale si svolgerà il comizio conclusivo della manifestazione a cura di Franco Martini, segretario CGIL nazionale e Giuliano Zignani, segretario generale UIl Bologna e Emilia Romagna. A Imola, alle ore 9 i sindacati hanno concentrato i loro aderenti nel Piazzale G. dalle Bande Nere (Rocca), a seguire corteo e manifestazione in Piazza Matteotti, con Giuseppe Rago, segretario UIl Imola, e Paolo Stefani, segretario CGIL Imola.
In piazza oggi anche gli studenti medi e universitari, che hanno preannunciano: "Sarà uno sciopero 'selvaggio e sociale."  In vista della giornata odierna gli studenti l'altro ieri hanno 'sanzionato' il Cip e l'agenzia interinale Adecco - come simbolo del disagio lavorativo di giovani e precari. Nell'occasione avevano avvertito: "Il 12 dicembre bloccheremo le strade di Bologna, perchè una semplice sfilata - come quella dei sindacati non può bastare'.

Sciopero 12 dicembre: gavettoni di vernice, fumogeni e slogan vs banche

BLITZ VS BANCHE. E' partito poco prima delle 9 il corteo studentesco, all'appello battagliero dei giorni scorsi hanno risposto meno di un centinaio di giovani, che da piazza XX Settembre si sono diretti  alla volta della zona Universitaria, passando per i viali. Contrariamente a quanto annunciato - almeno alle ore 9.30 - nessun blocco del traffico si è registrato, solo qualche rallentamento in concomitanza del passaggio del corteo in prossimità dei viali. Con striscioni e slogan i manifestanti sfogano la loro rabbia. Obiettivi annunciati dai manifestanti banche e agenzie interinali, che -accusano gli studenti: 'vivono sul nostro sangue'. Una prima tappa di protesta è stata fatta alla filiale Unicredit di via Irnerio, imbrattata, reclamando: 'Non soldi alle banche ma alla scuola'. Poi nel mirino l'Unicredit di piazza Aldrovandi, contro cui sono stati lanciati gavettoni di vernice.
Successivamente "puntata" anche contro la sede della casa editrice Zanichelli: tag anche qui, a suon di lamentele contro il caro-libri.
Il corteo degli studenti è terminato in via Menotti - zona Montagnola - intorno alle 11. Qui, dopo piccoli tafferugli scoppiati tra manifestanti, alcuni di loro si sarebbero sfogati su un'auto di passaggio, prendendola a calci e pugni. In lacrime ed incredula l'automobilista bersagliata.

I SINDACATI SI PRENDONO IL CUORE DELLA CITTA'. Diverse migliaia di persone al corteo capitanato dei sindacati Cgil e Uil. In massa i manifestanti hanno attraversato il cuore della città, sfilando dalla zona Stazione , poi su via Marconi alla volta delle Due Torri dove è stato allestito il palco per il comizio che conclude la giornata di protesta. Bandiere, striscioni e slogan contro il Governo e il suo Jobs Act.

Sciopero generale, i sindacati si prendono il cuore della città

MOBILITAZIONI ALL'ALBA ALL'INTERPORTO. Già dalla prima mattina sono partite le prime forme di protesta. I manifestanti e i lavoratori della logistica si sono ritrovati alla rotonda davanti all'Interporto, bloccando gli ingressi. Lunga la fila dei camion fermati dal picchetto formato anche dei sindacati di base e di alcuni centri sociali.

DISAGI TRASPORTI E SERVIZI: Saranno coinvolti nello sciopero generale tutti i settori. Di riflesso potranno verificarsi disagi vari per la cittadinanza. Per quanto riguarda i mezzi pubblici, ad esempio, bus e treni Tper saranno a rischio per 8 ore. A rischio anche le prestazioni sanitarie: Ausl precisa infatti che sarà garantita solo parte della programmazione. Disagi anche nelle scuole, dove non avrà luogo il servizio di refezione. In programma manifestazioni per le vie cittadine. I, generale, ricorda il Comune, "L’effettuazione  dello  sciopero comporta  il rispetto degli accordi sulle norme  di  garanzia  per il  funzionamento dei servizi pubblici essenziali sottoscritti  tra  la  delegazione  trattante  del  Comune di Bologna  e le organizzazioni sindacali".

Sciopero Logistica: bloccati gli ingressi all'Interporto

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero generale: annunciati mezzi a singhiozzo, cortei e blocco traffico
BolognaToday è in caricamento