Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca Reno / Via del Triumvirato

Annunciato sciopero all’aeroporto Marconi

La sollevazione, di quattro ore, è prevista per venerdì 5 luglio

QUI PER ISCRIVERSI AL CANALE WHATSAPP DI BOLOGNATODAY

Braccia incrociate all’aeroporto Marconi il prossimo venerdì 5 luglio. Lo hanno annunciato le sigle Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti e Ugl trasporto aereo, in contestazione sia del gestore Aeroporto di Bologna sia di altre cinque aziende che operano al Marconi: Gh, Aviation services, Aviapartner, Ffm e Tag. Come riporta la Dire, la protesta è nata in seguito alla richiesta di premio salariale in favore di tutti i lavoratori impiegati allo scalo. “In questo aeroporto le sfide sono tante e soprattutto sono collettive” scrivono i sindacati in una nota, specificando che da dopo il Covid “il traffico è cresciuto in maniera più veloce rispetto alle previsioni degli organismi internazionali ed europei”, mentre “la struttura dell'aeroporto è rimasta indietro rispetto alla mole di passeggeri e voli. Il lavoro continua mentre l'ampliamento e la modernizzazione della struttura è in corso in contemporanea con l'aumento del traffico”, ma “senza le lavoratrici e i lavoratori, sia del gestore che degli handlers, front-line e sotto gli aeromobili, i voli non potrebbero partire”.

“Considerando "il valore dell'aeroporto per Bologna e per l'Emilia-Romagna", secondo i sindacati “l'impegno delle circa 1.400 persone che lavorano in questa realtà sotto il contratto del trasporto aereo deve essere riconosciuto in modo ulteriore perché va oltre il normale rapporto aziendale”. Inoltre, segnalano ancora le sigle, “nonostante i rinnovi contrattuali nazionali, l'ultimo periodo ha visto una disaffezione a questo lavoro che non è più un punto di arrivo importante, dove le persone sono formate per delle attività che sono tipiche solo per gli aeroporti e lavorano su turni quasi h24, per esempio svegliandosi alle 3 di mattina per svolgere tutte le attività necessarie”. Per questo, “riteniamo necessario un segnale concreto delle aziende tutte, a partire dal gestore e da tutti i suoi soci, per ridare valore alle persone che svolgono queste attività così complesse e così tipiche, senza le quali gli aerei non possono partire. Abbiamo incontrato le aziende che non hanno mostrato alcun interesse ad ascoltare le nostre proposte, fino ad arrivare all'apertura di una vertenza sul sito aeroportuale dichiarando quindi un primo sciopero secondo le leggi vigenti”. Quindi l’invito ai lavoratori di scioperare nella fascia 13-17 di venerdì 5 luglio. Inoltre, nella stessa giornata avrà luogo un presidio dalle ore 13.30 alle ore 14.30 all’ingresso principale del Marconi, al primo piano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Annunciato sciopero all’aeroporto Marconi
BolognaToday è in caricamento