Cronaca San Vitale / Via Cincinnato Baruzzi

Tagli in redazione, scioperano i giornalisti del Corriere di Bologna

Il giornale oggi non sarà in edicola. A rischio i contratti di tre storici collaboratori. L'ordine dei giornalisti: 'Editore non disattenda accordi'

Continua e sale l'agitazione al Corriere di Bologna per la vertenza interna sui contratti a termine. L'assemblea dei giornalisti del quotidiano, all'unanimità, fa sapere di aver indetto una giornata di sciopero per oggi al termine di un colloquio con l'azienda Rcs Edizioni locali "ancora una volta interlocutorio", sul futuro dei redattori titolari di contratti a termine.

Nello specifico, dettagliano dal Cdr, "è stato confermato il mancato rinnovo di Andrea Rinaldi, responsabile dell'edizione Corriere Imprese fin dalla sua creazione, nonostante non sia ancora trascorso il termine dei 36 mesi di contrattualizzazione". Ad oggi la redazione fa presente di non conoscere ancora "chi e in quale modo dovrà occuparsi di Corriere Imprese a partire da lunedì" ma precisa che "non sarà disponibile, stante la situazione attuale e le competenze necessarie a realizzarlo, a farsene carico senza chiarezza sulla stabilizzazione degli altri colleghi titolari di contratti a termine". E questo anche per "evitare che in futuro un prodotto così specifico continui ad essere frazionato in una moltitudine di contratti precari, che ne ledono la qualità e la credibilità del lavoro".

Cosi', alla luce del mancato rinnovo dello stesso Rinaldi ma anche delle "crescenti preoccupazioni" sul futuro degli altri colleghi "Marco Madonia e Pierpaolo Velonà e dell'istituzione di regole interne che limitano a 5 mesi e 25 giorni all'anno i contratti a termine- conclude l'assemblea del Corriere di Bologna- questa redazione ha deciso di astenersi dal lavoro".

L'Ordine dei giornalisti dell'Emilia-Romagna, intanto, si dice "vicino ai colleghi del Corriere di Bologna impegnati in questi giorni in una dura vertenza incentrata sulla definizione delle regole dei contratti a termine". Lo scrive in una nota il presidente dell'Ordine, Antonio Farnè, che prosegue: "All'editore rivolgiamo l'invito a non disattendere gli impegni presi nel recente passato, a tutela e garanzia del futuro professionale di colleghi che per il lavoro svolto in questi anni meritano il massimo del rispetto e della considerazione". Solidarietà anche dal mondo sindacale, con i sindacati conferderali uniti nel chiedere "una positiva soluzione della vertenza che salvaguardi il futuro dei giornalisti coinvolti, professionisti che in questi anni hanno, con competenza e serietà, contribuito a far crescere l'edizione locale del Corriere della Sera".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tagli in redazione, scioperano i giornalisti del Corriere di Bologna

BolognaToday è in caricamento