Cronaca

Sciopero interrotto al magazzino Ducati: 'Stipendi pagati'

Una nota della società subappaltatrice specifica che il ritardo nell'accreditamento è dovuto anche alla concomitanza del fine settimana

Erano entrati in sciopero al magazzino logistico della Ducati, ma ieri l'altro gli stipendi sono stati pagati e la mobilitazione è rientrata. Lo precisa Alma Spa, società che ha in appalto il magazzino di Sala Bolognese che nei giorni scorsi era stata, assieme alla subappaltatrice Bcube, bersaglio delle proteste del sindacato Filt-Cgil, per un arrestrato di stipendi non pagato del giugno scorso.

"L'elargizione degli emolumenti -spiega una nota dell'azienda- usualmente accreditati al 20 di ogni mese, e pertanto con un ritardo di quattro giorni inficiato anche dal coincidente fine settimana, è stata una azione proattiva e prioritaria dell'azienda, che prescinde dalle criticità commerciali createsi con la Bcube, per la quali si attiveranno azioni legali nelle opportune sedi".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero interrotto al magazzino Ducati: 'Stipendi pagati'

BolognaToday è in caricamento