Scuola, sciopero dei lavoratori il 23 febbraio: presidio in via Castagnoli

Una giornata di mobilitazione indetto dal Sindacato Generale di Base, il 23 febbraio

Foto archivio

Una giornata di mobilitazione indetto dal Sindacato Generale di Base. Il 23 febbraio, fermo dei lavoratori della scuola con manifestazione presso l'Ufficio scolastico in via de' Castagnoli, dalle ore 9. 

Per il sindacato è importante ribadire "Basta alla precarietà", visto che "nel 2015 una sentenza ha riconosciuto il valore abilitante del diploma magistrale conseguito entro l'A.S. 2001/2002, mentre nel 2017 un'altra sentenza annulla quella precedente e torna ad estromettere dalle GAE e, in molti casi, addirittura a licenziare migliaia di insegnanti che lavorano ormai da anni nelle scuole italiane". 

SGB si scaglia anche contro l'ipotesi di contratto sottoscritta da Cisl, Uil e Cgil che umilierebbe i lavoratori "con aumenti di poche decine di euro al mese, dopo un blocco che ci ha sottratto circa 10.000 euro in 9 anni. Il CCNL assorbe completamente le peggiori leggi degli ultimi anni (buona scuola, legge Brunetta ecc), riduce gli spazi democratici e inasprisce le sanzioni disciplinari".

RIVENDICAZIONI: 

1) l'ASSUNZIONE di tutti i precari con 36 mesi di servizio, perché l'esperienza in classe è il vero TITOLO.

2) Condizioni di lavoro più dignitose per tutto il personale docente e ATA. 

3) L'apertura di una vera contrattazione per discutere con TUTTI i lavoratori la parte economica e normativa del contratto di docenti e ATA e restituire quello che è stato sottratto in 9 anni di blocco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Il Covid fa la sua prima vittima fra i sanitari del S.Orsola: morto a 59 anni l'infermiere Sergio Bonazzi

  • Siglata nuova ordinanza. Riaperture negozi, corsi e lezioni di ginnastica a scuola: ecco cosa cambia

  • Giornata del Parkinson, le neurologhe: "Per combattere la malattia, tre tipi di terapie avanzate"

  • Dati Covid confortanti: l'Emilia-Romagna verso la zona gialla (ma non subito)

  • Mangia la pizza e finisce in ospedale con un filo metallico nell'esofago: due denunce

Torna su
BolognaToday è in caricamento