Supermercati, sciopero dei lavoratori: 'Orari ridotti, non hanno chiuso per evitare lo smacco'

Orari ridotti e banchi del fresco chiusi in molti supermercati del territorio. I lavoratori in sciopero il rinnovo del contratto

Diversi supermercati oggi osserveranno un orario ridotto, causa dello sciopero dei lavoratori della distribuzione cooperativa e di Confesercenti "contro l'attacco a diritti e salario". La mobilitazione, che sarà su scala nazionale, è stata proclamata da Fisascat Cisl, Filcams Cgil e Uiltucs Uil dei lavoratori di Federdistribuzione.

Anche a Bologna lavoratori in corteo con concentramento alle ore 9.30 presso Largo dei Caduti del Lavoro presso la Pam di via Marconi che si concluderà con un presidio davanti al punto vendita Coop in Piazza dei Martiri. Uno stop di sabato:"Non credo abbia fatto molto piacere alle aziende e alle cooperative, molti Iper osserveranno orario ridotto, non hanno chiuso per evitare lo smacco", dicono alcuni lavoratori. In pratica, le gallerie rimarranno aperte, ma sono chiusi banchi del fresco.

"Strada completamente sbagliata" dice un lavoratore Coop a Bologna Today "Stanno facendo dei passi non da cooperativa, ci chiedono un arretramento dei nostri diritti e un taglio della busta paga".In merito alla notizia difussa ieri in rete di alcuni direttori di supermercati che "scoraggiavano" i dipendenti a fare sciopero, i rappresentanti sindacali sono cauti, confermano però che le imprese si sono mobilitate per fare "una campagna di contro-informazione" cercando "di limitare gli effetti dello sciopero".  

Il casus belli è "lo stallo negoziale ai tavoli per la sottoscrizione dei contratti nazionali della grande distribuzione organizzata privata e cooperativa nonché a quello di Confesercenti". Lo stallo negoziale è - sottolineano i sindacati - "attribuibile alla volontà delle associazioni datoriali di settore di abbattere il costo del lavoro a fronte della progressiva riduzione dei fatturati". Per la Fisascat è "impensabile che il prezzo della crisi ricada esclusivamente sui lavoratori per i quali è necessario definire, attraverso i rinnovi contrattuali, un aumento salariale che preveda anche il rafforzamento degli interventi di welfare integrativo, esperienza consolidata e che si è dimostrata positiva per tutti i settori del terziario".

Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attenti solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: fermato treno a San Ruffillo. Era un falso allarme

  • Coronavirus, sotto osservazione due persone in Emilia: le analisi al Sant'Orsola

  • Lizzano, trovato in un bosco lungo fiume: morto snowboardista 59enne

  • Diodato canta a sorpresa "Fai rumore" sotto i portici di via Oberdan

  • "Appropriazione indebita": sequestrati 100 immobili a Bologna

  • Grande Fratello Vip, la confessione di Andrea Montovoli: "Sono stato in carcere"

Torna su
BolognaToday è in caricamento