menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sciopero Taxi: accordo sui punti più caldi della vertenza

Due ore di confronto tra l'assessore alla Mobilità del Comune di Bologna, Irene Priolo, e le sigle dei tassisti che oggi non hanno partecipato allo sciopero

Due ore di confronto tra l'assessore alla Mobilità del Comune di Bologna, Irene Priolo, e le sigle dei tassisti che oggi non hanno partecipato allo sciopero, ovvero Unica taxi, Cna e Confartigianato.

Un incontro "collaborativo", dice la stessa Priolo parlando alla Dire: sindacati e assessore hanno firmato un verbale di accordo sui punti più caldi della vertenza. A partire dal progetto tram, su cui "verrà istituito un tavolo permanente" coi tassisti in sede di stesura del progetto definitivo. Quanto alle nuove licenze, nell'intesa si parla di 44 da aggiungere a quelle attuali e la loro "implementazione, come previsto nel Pgtu recentemente approvato, sarà attuata come misura subordinata e complementare ai provvedimenti previsti" nello stesso piano del traffico. Altro tasto dolente era la nuova applicazione Gps, che il Comune vuole inserire per monitorare i turni dei tassisti. Al termine della discussione di oggi, si è deciso che l'avvio della sperimentazione "sarà subordinata agli approfondimenti tecnico-giuridici che saranno sviluppati congiuntamente dalle parti". Inoltre, Palazzo D'Accursio si è impegnato a inserire nella app "tutte le funzioni atte al miglioramento del servizio e allo snellimento delle procedure burocratiche che periodicamente i tassisti devono svolgere".

Taxi in sciopero: "No a tram e gps, Comune ci penalizza" | VIDEO

Nell'accordo tra Priolo e le sigle dei tassisti è stato poi stabilito che "entro la primavera verrà individuato un percorso dedicato per i taxi per il collegamento Fiera-stazione". Inoltre, il Comune "si impegna a chiedere a Tper l'uso dei loro servizi igienici per le tassiste". Infine, si legge nel verbale, "tenuto conto anche degli ultimi episodi" di aggressione, Palazzo D'Accursio ha deciso che "dedichera' una parte del fondo attualmente finalizzato alla sostituzione dei veicoli per consentire ai tassisti l'implementazione di dispositivi di sicurezza da installare sui veicoli". (dire)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Più sedentari causa smartworking e Dad. La personal trainer "L'esercizio fisico è un 'farmaco', può previene malattie croniche"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento