Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca

Tassisti sul piede di guerra, aumento delle tariffe? Colombo: "Siamo in trattative"

Lunedì la giornata decisiva. La Lega chiede all'Amministrazione come intenda muoversi e Colombo risponde che le trattative con i tassisti sono in corso. Da risolvere anche la questione "abusivi"

I tassisti bolognesi sono in agitazione  e lunedì l'incontro: stretta sull'assessore alla Mobilità  Andrea  Colombo al Question Time di oggi, il momento delle domande in consiglio comunale. E' stata la rappresentante della Lega Nord Lucia Borgonzoni a interrogare Colombo: "Prossimo lo sciopero dei tassisti bolognesi: considerato che i punti di frizione con l'amministrazione sono parecchi, chiedo quali siano gli intendimenti  della  Giunta  al  fine  di  scongiurare tale sciopero e se è intenzione della Giunta mettere in atto delle azioni al fine di contrastare l'abusivismo e  l'elusione delle norme nel trasporto persone, tenuto conto che  da  anni  alcune  zone come la stazione ferroviaria e l'aeroporto sono afflitte  da autisti abusivi che contattano direttamente i passeggeri scesi da aerei e treni".

L'assessore Colombo ha risposto alla domanda della consigliera leghista confermando una trattativa in atto fra il Comune e i sindacati: "Do  atto che è in corso una trattativa tra l'amministrazione comunale e le organizzazioni  sindacali dei tassisti,  trattativa che riguarda  essenzialmente un tema, essendo stata attivata sulla base di una norma del Regolamento comunale  taxi,  voglio dirlo chiaramente è aperta sulla  base  di  una richiesta di aumento particolarmente consistente delle tariffe taxi, questo è l'oggetto principale della trattativa che è partita lo scorso 18 marzo e vede la sua seconda tappa il prossimo lunedì 31 marzo.

"Ci  stiamo  confrontando con i tassisti nel merito - continua Colombo -  sapendo che vi è, da un lato,  la necessità di considerare le esigenze di adeguamento dei costi di esercizio taxi manifestate dalla categoria e, dall'altro lato, la necessità di  considerare  la  condizione complessiva di crisi economica generale che riguarda il Paese e tutti i cittadini anche della nostra città. Non sono ovviamente  in  grado di dire quale sarà la conclusione della trattativa,  che  noi  stiamo portando  avanti in maniera seria, rigorosa, aperta a un confronto pieno di merito tra le parti.

CI SONO ALTRI TEMI IN BALLO, TAVOLI POLITICI SONO GIA' APERTI. "Per  quanto  riguarda ulteriori argomenti - la risposta al quesito del question time -   che in realtà non fanno parte strettamente della trattativa, la quale è disciplinata dal Regolamento sui taxi  ed ha per oggetto principale l'adeguamento tariffario, al di là di questo, ci  sono alcuni temi che i tassisti ci hanno posto, non da ora, e che  già  da tempo stiamo affrontando in appositi tavoli, sia politici, con la  mia  partecipazione,  sia di carattere tecnico fra organizzazioni taxi, centrali radio e uffici della Mobilità e della Polizia municipale".

VIABILITA' E PROBLEMA DI VIA CARRACCI. Questi  temi  sono  essenzialmente  due:  il  primo  riguarda le condizioni complessive della viabilità della città, su cui stiamo lavorando. L'accenno che lei faceva a via Carracci deve tenere in considerazione il fatto che si tratta  di  una situazione del tutto transitoria e provvisoria, che troverà una  sua migliore definizione nel momento in cui i lavori complessivi della Stazione  alta  velocità  saranno  conclusi,  la via Carracci completamente adeguata  e,  soprattutto  nel  momento  in cui, speriamo sia presto,  sarà aperto il nuovo parcheggio  interrato Kiss&ride, a cui potranno affluire tutte quelle auto che oggi sostano disordinatamente e abusivamente sulla strada  e  che  invece  avranno  a disposizione un parcheggio interrato per prendere e lasciare le persone dirette in stazione.

IL PROBLEMA DELL'ABUSIVISMO. "Il  secondo  tema  è quello dell'abusivismo, che anche qui è stato trattato più  volte in  varie sedi. Si  tratta  in realtà di due fenomeni: uno di abusivi  in  senso  stretto,  ossia  di  persone  che  senza alcuna licenza esercitano  attività di taxi o NCC, e posso ricordarle che nel solo 2013 si è proceduto  ad  individuare, e  sanzionare,  da  parte  della Polizia municipale,  ben  13  persone  per  l'esercizio  abusivo  dell'attività di servizio di noleggio  con  conducente  (NCC)  e  servizio  di  piazza con autovetture con  conducente (taxi), con  sequestro  dei relativi tredici veicoli".

"Nell'altro   caso, si  tratta  di  un  fenomeno  molto  più  difficile  da combattere,  perché  border line, di cosiddetto elusivismo, cioè di persone che  sono titolari  regolarmente  di  licenze,  ma  che  le  utilizzano impropriamente in territori diversi da quelli in cui sono stati rilasciati.Qui  la  questione  è  ben  più  difficile,  e  non  è  questa  la sede per affrontarla  nei  dettagli,  perché  le armi a disposizione dei comuni sono davvero  spuntate.  In  particolare,  il  famoso  articolo  1  quater,  che permetterebbe controlli penetranti anche attraverso strumenti telematici, è da  quattro  anni  che  il  Parlamento lo sospende e ne rinvia l'entrata in vigore all'anno successivo, lasciando i comuni nell'impossibilità di essere veramente  efficaci, al di là dei controlli della Polizia municipale che ci
sono su questi fenomeni".

"Voglio  anche  evidenziare  che  la  maggior parte dei controlli, peraltro, nascono  dagli  esposti  e  alle  segnalazioni  effettuate  dai cittadini e soprattutto dai taxisti regolari, che tramite le associazioni di categoria, collaborano  proficuamente  con  frequenza  e precisione riconosciute dalla Polizia municipale all'individuazione degli abusivi".

"Questo  è  lo  stato  dell'arte della situazione, i temi aperti sono tanti: quello dell'abusivismo e della viabilità sono in realtà un work in progress continuo,  in  un  rapporto  dinamico  tra  l'amministrazione e i tassisti, quello  dell'adeguamento  tariffario,  invece, è l'oggetto principale della trattativa  in  corso,  che deve contemperare i due interessi coinvolti giàrichiamati".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tassisti sul piede di guerra, aumento delle tariffe? Colombo: "Siamo in trattative"
BolognaToday è in caricamento