menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scontri Polizia/Làbas di ieri, la Questura: 'Urla e spintoni contro gli agenti'

Momenti di tensione mentre al Baraccano si svolgeva la presentazione del libro su Sergio Romanelli. L'Onorevole Paglia ha depositato un'interrogazione al ministro Minniti

Momenti di tensione ieri sera in via Orfeo, davanti al centro sociale Làbs in concomitanza con la presentazione del libro a fumetti “Sergio Ramelli - Quando uccidere un fascista non era reato” che si stava tenendo in quei momenti al Baraccano. Oggi dalla Questura di Bologna una nota: "Nel corso del servizio di Ordine Pubblico predisposto in occasione della presentazione in via Santo Stefano, il personale della Polizia di Stato è stato aggredito da un gruppo di attivisti provenienti dal centro sociale Làbas, ubicato nella vicina via Orfeo".

"In particolare - continua la nota della Polizia di Stato - alle ore 18:15 circa, alla vista degli agenti e dei mezzi del Reparto Mobile fermi in piazza del Baraccano in attesa di posizionarsi, con ancora tutto il personale a bordo, una decina di esponenti del collettivoche stazionavano nei pressi dell’ingresso del centro sociale si sono avvicinati al urlando e spintonando i poliziotti". 

Sarebbero arrivati a quel punto dalla ex caserma di via Orfeo altri membri del collettivo (circa 30-40 soggetti sempre secondio quello che viene scritto nella nota della Questura) che sono entrati in contatto fisico e "Spintonavano gli operatori del Reparto che nel frattempo erano scesi dai mezzi e si erano posizionati alla fine di via Orfeo. Data l’inefficacia delle intimazioni verbali a cessare la condotta violenta, il personale ha fatto disperdere i manifestanti, facendoli arretrare fino all’ingresso del centro sociale". 

"Il quartiere nei giorni precedenti alla presentazione aveva fatto sentire la propria contrarietà all'evento, sottolineando l'inopportunità di ospitare organizzazioni anti-democratiche e che si richiamano al fascismo in un luogo pubblico e istituzionale quale il centro sociale Baraccano - spiega l'Onorevole di Sinistra Italiana Giovanni Paglia - La presentazione si è infine tenuta, in un quartiere militarizzato e senza farsi mancare una violenta carica preventiva nei confronti di un gruppo di militanti di Làbas (con persone in ospedale e perfino un braccio fratturato per un ragazzo) che avevano avuto il solo "torto" di uscire dal loro spazio, in un momento per altro dedicato ad attività partecipate da tanti cittadini che facevano la spesa al Mercato biologico di Campi aperti e da diversi bambini che si stavano divertendo, giocando tra loro".

Paglia ha depositato un'interrogazione al ministro Minniti "sul perché, per l'ennesima volta, si preferisca reprimere chi difende i valori dell'antifascismo e lasciare via libera a chi li nega platealmente".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento