menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scontri in stazione al corteo No Tav, la Procura chiede condanne per 48 manifestanti

Durante la manifestaizone un nutrito gruppo del corteo raggiunse e occupò i binari ferroviari

Condanne in primo grado da un minimo di sei mesi a un massimo di un anno e 10 mesi. Tanto ha chiesto, oggi, il pm di Bologna, Antonello Gustapane, per i 48 esponenti dei collettivi e dei centri sociali che il 27 febbraio 2012 parteciparono ad un corteo No Tav che da piazza Nettuno arrivò fino alla stazione ferroviaria, scontrandosi con le Forze dell'ordine che non volevano farli entrare nello scalo ferroviario e, una volta riusciti ad entrare, occupando i primi tre binari e causando ritardi ad alcuni treni.

Nel dettaglio, per quattro di loro, accusati di resistenza a pubblico ufficiale ed interruzione di pubblico servizio, è stata chiesta la condanna a un anno e 10 mesi. Per altri due, accusati solo di resistenza, la richiesta è di un anno e quattro mesi, mentre per gli altri 42 è stata chiesta una condanna a sei mesi per interruzione di pubblico servizio.

Inizialmente tra le accuse c'era anche quella di accensioni pericolose, che però è caduta per prescrizione. Nella prossima udienza, fissata per il 29 ottobre, parleranno i legali di Rfi, che si è costituita parte civile, e alcuni dei difensori, mentre per ascoltare gli altri difensori si terrà un'ulteriore udienza. (Ama/ Dire)

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Bologna usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

L'Oroscopo di marzo segno per segno: ecco cosa prevedono gli astri

social

Sanremo: lutto per Ignazio Boschetto de Il Volo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Sanremo: lutto per Ignazio Boschetto de Il Volo

  • Eventi

    Le mostre online da non perdere a marzo

Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento