Cronaca Centro Storico / Via Sant'Isaia

Quartiere Porto-Saragozza, lo scontro politico si sfoga sui muri

Dalle minacce di morte firmate Forza Nuova alle scritte contro l'inchiesta "Scripta manent" di matrice anarchica. I muri del quartiere Porto-Saragozza sembrano aver incarnato la tensione politica di questi giorni

Foto Rc Bologna

Sono comparse altre scritte di matrice politica sui muri di Bologna. Dopo le frasi contro Polizia e magistratura vergate in via Saragozza, e firmate con sigle ricnducibili all'universo antagonista anarchico, tocca a un piccolo locale vicino a Rifondazione Comunista di via Sant'Isaia ricevere minacce di morte da parte di ignoti, con però la firma di Forza Nuova.

"I nostri compagni e compagne -recita un comunicato del circolo- hanno trovato sui muri adiacenti alla vetrina della nostra 'Barricata' di Via Sant’Isaia 71 una sorpresa dei 'nazi sgrammaticati'". Scherzi a parte, sopra una croce celtica e l'acronimo "Fn" (Forza Nuova, ndr), compaiono scritte minacciose verso i militanti del circolo. "Ignoti -continua la nota- si sono divertiti ad imbrattare diversi muri per tutta Via Sant’Isaia e Via Andrea Costa, con toni simili, minacce più o meno velate, errorini grammaticali qua e la".

E mentre il circolo promette di ripulire le scritte, estendendo l'invito a tutto il quartiere, un breve messaggio apparso sul sito web di area anarchica 'Informa-azione' rivendica le massime vergate a spray nei giorni scorsi, oltre che a un atto vandalico nei confronti di uno sportello bancomat di Poste Italiane, avvenuto a fine gennaio in via dell'Artigiano.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quartiere Porto-Saragozza, lo scontro politico si sfoga sui muri

BolognaToday è in caricamento