menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scuola, si avvicina la riapertura totale, i sindacati: "Perplessi, aule e trasporti sempre uguali"

I rappresentanti del mondo scolastico chiedono anche la riammissione nelle categorie a rischio, dopo lo stop di Figliuolo

Il "rischio ragionato" di Draghi non è "supportato da condizioni reali e che non basta a dare tranquillità e garanzie al personale e agli studenti". Questo per i sindacati, alla vigilia della riaperture della scuola al 100 per cento, previsto dal 26 aprile prossimo.

In una nota la triplice confederale Cgil-Cisl-Uil, oltre a Snals e Gilda si chiedono se con questa tornata di riaperture si rischia "di rimandare nel caos le scuole e di stravolgere, per l’ennesima volta, un modello organizzativo che fino ad ora, pur nelle difficoltà, ha consentito alla scuola di funzionare anche attraverso la didattica a distanza".

I motivi delle perplessità sono molteplici, come "la sospensione della campagna di vaccinazione del personale scolastico", in un contesto dove "la situazione dei trasporti non è in grado di garantire le condizioni di sicurezza minime previste" e dove vige ancor una "ristrettezza degli spazi" nelle aule. Inapplicabile anche il sistema di turni nelle classi: "Con quale personale -si chiedono i sindacati- visto che l’organico assegnato non consente lo sdoppiamento, a un mese o poco più dalla chiusura della scuola?".

Per questo si chiede al governo di "rivalutare la scelta per la ripresa delle attività scolastiche in presenza al 100% dal prossimo 26 aprile e si concentri celermente sulla ripartenza del nuovo anno scolastico nelle condizioni di sicurezza, a partire, lo ribadiamo, dalla ripresa immediata della campagna di vaccinazione".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Bologna usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Come trasformare una finestra in un piccolo balcone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento