Mercoledì, 29 Settembre 2021
Cronaca

Al Dipartimento di Fisica e Astronomia Unibo nasce la scuola estiva per la narrazione scientifica

Un percorso innovativo, gratuito e aperto a chi desidera diventare ricercatore, insegnante e divulgatore

Si svolgerà online, dal 14 al 18 settembre, l'Officina di Narrazione della Scienza - ONSCI e cioè la prima scuola estiva organizzata dal Dipartimento di Fisica e di Astronomia “Augusto Righi” (DIFA) dell’Università di Bologna interamente dedicata alla comunicazione della scienza.

Si tratta di un percorso innovativo e di grande rilevanza nel panorama nazionale della comunicazione della scienza e del public engagement, per chi studia per diventare ricercatore, insegnante e divulgatore. La scuola infatti è aperta a massimo 45 studenti/esse, ma non esclusivamente, del terzo anno della laurea triennale e dei corsi di Laurea Magistrale e Dottorato in Fisica, Astronomia, Geofisica e materie affini e giovani ricercatori (è possibile iscriversi anche come uditore per tutte le attività della scuola, escluso il laboratorio).

Il laboratorio di scrittura si concluderà con una sessione di restituzione pubblica di storie costruite dai partecipanti e sarà affiancato e supportato da lezioni teoriche, testimonianze ed eventi che offriranno un ampio ventaglio di ambiti ed esempi sull’uso di strumenti narrativi nella comunicazione scientifica. Il tema della narrazione e del racconto scientifico sarà affrontato mostrando la pluralità di linguaggi e di approcci che possono contribuire ad analizzare e restituire la ricchezza della scienza e della sua importanza culturale e sociale.

Una sessione sarà dedicata alla fisiologia del cervello e a come esso reagisce e si trasforma se sottoposto agli stimoli tipici della narrazione. Verrà anche affrontato il tema inerente i social media come strumento per lo storytelling e la narrazione attraverso l’utilizzo dei big data e saranno testimoniate e condivise alcune esperienze di teatroscienza italiano. Tutto questo permetterà ai partecipanti di acquisire una conoscenza di base su cosa possa significare raccontare la scienza e sul perché e sul come farlo.

L’approccio multidisciplinare permetterà ai partecipanti di comprendere come si possano strutturare un testo, un discorso, un video o una lezione in modo da rendere importante per chi ascolta ciò che si racconta, per generare curiosità e di conseguenza dare ulteriore rilevanza al contenuto scientifico. La scuola si propone di fornire gli strumenti atti a coinvolgere un pubblico (di studenti, di esperti o di non addetti ai lavori) evitando i sensazionalismi o la mera spettacolarizzazione della scienza, fini a sé stessi, ma bilanciando sapientemente i meccanismi della narrazione col rigore scientifico.

L’iscrizione è gratuita. Le attività saranno svolte online e in italiano, in cinque giornate consecutive e suddivise in due percorsi: le mattine saranno dedicate alle lezioni di carattere teorico e di approfondimento tematico mentre le attività pratiche e workshop finalizzati alla creazione di contenuti di narrazione della scienza si svolgeranno nel pomeriggio. La sera ci saranno momenti di spettacolo, intrattenimento e divulgazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al Dipartimento di Fisica e Astronomia Unibo nasce la scuola estiva per la narrazione scientifica

BolognaToday è in caricamento