Scuola, Versari: "Non abbiamo più docenti, il caos non è il covid"

"Mancanza di docenti con i titoli richiesti dalla legge". E per il sostegno: "In Emilia-Romagna abbiamo 11.000 posti, ma solo 3.000 hanno la specializzazione" .

"Non abbiamo più docenti. Non si può andare avanti senza". A lanciare l'allarme è il direttore dell'Ufficio scolastico dell'Emilia-Romagna, Stefano Versari, nel corso di un convegno organizzato dall'Osservatorio 'Riparte l'Italia', nel quale è tra i relatori insieme al ministro dell'Università, Gaetano Manfredi e al rettore dell'Alma Mater, Francesco Ubertini.

"Abbiamo bisogno di dare risorse alle università - afferma Versari - non abbiamo più docenti perchè non ci sono i corsi di specializzazione". E questo vale "per tante classi di concorso. Quest'anno - sottolinea - avevo da assumere in ruolo 7.000 docenti, ma ne ho assunti solo 1.500 perchè non ci sono. Ovvero, non hanno i titoli necessari per l'insegnamento". Quindi, manda a dire Versari, "o rifacciamo le Ssis (Scuola di Specializzazione all'Insegnamento Secondario - ndr) o ci inventiamo altri percorsi". Il rischio dunque è che ogni anno il problema si ripresenti.

"Il caos di quest'anno non è il covid - ha detto Versari - è la mancanza di docenti con i titoli richiesti dalla legge". Per questo, insiste "anche se i sindacati mi ammazzeranno, dico che io le risorse le darei alle università per risolvere il problema in un anno, non in 10, con un investimento straordinario. E si parte subito".

Lo stesso problema si presenta anche per gli insegnanti di sostegno. "Dobbiamo formare i docenti - ribadisce il direttore dell'Usr - altrimenti cambiamo la legge e diciamo che non ci vogliono la laurea e la specializzazione. Ma se diciamo che ci vuole, e secondo me ci vuole, non possiamo dire che bisogna fare un certo percorso e poi non avere i docenti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Versari snocciola qualche numero. "In Emilia-Romagna abbiamo 11.000 posti per docenti di sostegno, ma solo 3.000 hanno la specializzazione". Gli altri "li cerchiamo senza titoli e sulla base della disponibilità. Questo non può funzionare", quindi, conclude "serve un piano sensato sulla base dell'andamento demografico e di area vasta- detta il direttore dell'Usr- è inutile investire cifre spropositate. Ci vogliono risorse proporzionate e commisurate al bisogno". (dire) 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vince 2 milioni di euro con l'ultimo 'Gratta e vinci', il tabaccaio: "E' uscito dicendomi 'ti farò un bel regalo"

  • Come asciugare i vestiti quando fa freddo evitando quello strano odore di umido

  • E' nata la figlia di Gianluca Vacchi: ecco come si chiama. Tenera foto sui social

  • Nuova ordinanza Bonaccini, centri commerciali chiusi nel fine settimana: ecco dove

  • Bollettino Covid, +1.413 casi in regione e 15 morti. Salgono i ricoveri

  • Coronavirus, il piano della Regione Emilia-Romagna: "Intanto isolare famiglie con positivi"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento