Cronaca Centro Storico / Via Ca' Selvatica

Bimbi senza maestra per una settimana: "Loop legislativo, regole troppo complesse"

Su una graduatoria di 250 persone solo 4 hanno risposto alla chiamata, ma poi anche quelle hanno rifiutato l'incarico. La dirigente: "Dobbiamo tutelare il diritto allo studio, ma anche i diritti dei lavoratori"

I genitori dei bimbi della VB delle Scuole Elementari Manzolini - Istituto Comprensivo 8 di Bologna hanno vissuto una settimana di preoccupazione perchè per sette giorni gli alunni sono rimasti privi dell'insegnante di italiano con ore buche senza didattica e senza aula. Un'odissea che si è sciolta oggi con l'arrivo di un supplente, ma che non è di fatto ancora una situazione risolta in modo definitivo. 

«L'insegnante degli anni passati ha lasciato la classe dei nostri figli ed è stata assegnata una maestra di italiano sostitutiva che da quel che abbiamo appreso risiede in Calabria - spiega uno dei papà - Si è però messa in malattia, ma non nelle modalità e nei tempi per cui è stato possibile procedere con una supplenza. Ci siamo trovati in una sorta di loop legislativo che ci ha impedito, nonostante l'impegno dei dirigenti scolastici, di arrivare a una soluzione, anche provvisoria, per una settimana intera. Sappiamo che su una graduatoria di 250 persone solo 4 hanno risposto alla chiamata, ma poi anche quelle hanno rifiutato l'incarico. Paradossale, no?». 

La dirigente: «Le procedure trasparenti purtroppo ritardano i tempi »

La dottoressa Venturoli, dirigente del plesso di via Sant'Isaia, ha spiegato che oggi è arrivato il supplente di italiano per la quinta: «Abbiamo per ora ottenuto una supplenza breve che sarà valida fino alla fine del mese di settembre. E' certamente giusto garandire il diritto allo studio ai nostri alunni, ma dobbiamo anche garantire i diritti dei lavoratori: purtroppo agire in totale trasparenza sulle assegnazioni ritarda le tempistiche. Voglio ringraziare il nostro personale per il grande lavoro fatto dai miei collaboratori, che  in questi giorni si sono si sono fermati fino a tarda sera per cercare di risolvere il problema. E per il momento la situazione può dirsi risolta». 

Il gruppo di mamme e papà si era mosso per cercare di arrivare al bandolo della matassa: «Comprensibile la preoccupazione di noi genitori per i nostri figli che non solo si trovano ad affrontare il quinto anno, quello che li accompagnerà alle scuole medie, quello più impegnativo per loro, senza la loro insegnante, ma addirittura con lo spauracchio di non avere alcuna insegnante. Auspichiamo almeno di avere una maestra che copra l’intero anno scolastico e non di avere supplenze di pochi giorni o anche pochi mesi».

Le regole sulle supplenze: dipende anche dalla durata dell'assenza

Da parte della scuola, l'impegno non è mancato, come spiega una mail di risposta ai genitori, che chiarisce anche la complicatezza dei meccanismi che regolano sostituzioni e supplenze: «La docente titolare sarà assente sino al 30 settembre e si deve, pertanto, procedere alla nomina di una supplenza breve. Si segnala come, per quanto attiene alle supplenze brevi, sussista il divieto di conferire al personale docente, per il primo giorno di assenza del titolare, le supplenze brevi di cui al primo periodo del comma 78 della Legge 23 dicembre 1996 n. 662, in base a quanto previsto dall’art.  1, comma 333, della Legge di Stabilità 2015. Inoltre, non vi è la possibilità di coprire i posti del potenziamento  introdotti  dall’art.  1  comma  95  della  Legge  13  luglio  2015  n.  107  con  personale  titolare  di supplenze  brevi  e  saltuarie,  ad  eccezione delle ore di insegnamento curriculare  eventualmente  assegnate al docente nell’ambito dell’orario di servizio contrattualmente previsto e purché si tratti di assenze superiori a 10 giorni».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bimbi senza maestra per una settimana: "Loop legislativo, regole troppo complesse"

BolognaToday è in caricamento