Molestie davanti alle scuole, stesso maniaco in azione da tempo? Genitori preoccupati

Capelli neri, di mezza età, una persona normalissima. Questa la descrizione fornita dell'uomo che lo scorso lunedì ha palpeggiato una minore. Non un episodio isolato sul posto. Si tratta della stessa mano? I genitori lanciano appello: "Non siamo tranquilli. Le forze dell'ordine presidino scuola e parco"

Sono molti più del solito oggi i genitori davanti alle Scuole Medie Pepoli di Largo Lercaro. Alle 13 suona la campanella e dopo alcuni episodi di molestie ai danni di alcune ragazzine che frequentano l'istituto all'interno dei giardini Lunetta Gamberini le famiglie non si sentono sicure e preferiscono non lasciare soli i ragazzi e soprattutto le ragazze: "Sono la nonna di un ragazzino che viene a scuola qui e oggi ho preferito venire io stessa a prenderlo e anche in anticipo, per avere modo di dare un'occhiata in giro. A casa abbiamo parlato di quello che è successo alle sue compagne e lui ci ha raccontato di questo uomo che si aggirerebbe intorno alla scuola. Ci ha anche detto che i maschietti vorrebbero proteggere le loro amiche e che cercheranno di segnalare la sua presenza alla Polizia qualora si facesse rivedere". 

Che aspetto avrebbe il maniaco? Da quello che ci ha raccontato la ragazzina che lunedì mattina (intorno alle 7.40, prima quindi dell'ingresso nelle aule) ha subito il palpeggiamento, si tratterebbe di un uomo fra i 40 e i 50 anni, con i capelli neri, una felpa viola, un piumino nero, un paio di jeans e delle scarpe blu. Si sarebbe avvicinato a una delle bambine e mormorando uno "scusa" l'avrebbe toccata sul petto per poi allontanarsi con andatura normale (non è scappato, ma ha continuato a passeggiare). Anche le compagne di classe presenti (erano in gruppetto) confermano la descrizione, aggiungendo che non si trattava di un "tipo strano" o trasandato, ma di un normalissimo uomo di mezza età.

Da quanto tempo si parla della presenza del palpeggiatore in zona? Sempre a detta delle alunne che frequentano le Medie Pepoli a giugno capitò qualcosa di molto simile nei pressi del Liceo Fermi. Un soggetto di sesso maschile si sarebbe avvicinato a una ragazzina chiamandola "Marta". Quello non era il suo nome, ma con la scusa l'ha avvicinata e toccata prendendola in contropiede.
Un altro racconto parla di un incontro poco piacevole nel tardo pomeriggio fuori dalle palestre, dopo la lezione di pallavolo: un pedinamento fin sotto casa, ma fortunatamente senza aggressioni o conseguenze gravi. 

La testimonianza di una 23enne riporta a galla degli episodi analoghi avvenuti diversi anni fa: "Ora sono adulta e vango qui alla Lunetta Gamberini a portare a spasso il cane, ma quando di anni ne avevo 12 anche io ho vissuto un'esperienza analoga a quella descritta sui giornali in questi giorni  che fra l'altro avevo denunciato alle forze dell'ordine. E non mi stupirei se il soggetto in questione fosse sempre lo stesso"

I GENITORI NE PARLANO E FANNO UN APPELLO ALLE FORZE DELL'ORDINE. "Ne abbiamo parlato all'ultima assemblea dei genitori, lo scorso 14 ottobre - spiega il papà di un alunno di prima media - e siamo tutti sull'attenti, soprattutto le mamme e i padri delle ragazze". E proprio i genitori delle femmine sarebbero in contatto fra loro per tenere monitorata la situazione e spiegare per bene cosa fare in caso di molestie: urlare e chiamare il 112. "Speriamo che la Polizia mandi degli uomini in borghese per  individuare il palpeggiatore - dice una mamma - perchè solo così è possibile smascherarlo e chiudere questa brutta storia". 
Il Comune intanto ha rassicurato circa il tema sicurezza fuori le scuole. E' stato l'assessore Riccardo Malagoli a spiegare proprio oggi che gli istituti scolastici del territorio sono controllati, e che sono in azione controlli da parte delle forze dell'ordine e assistenti civici.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollettino covid oggi: a Bologna (quasi) la metà dei nuovi contagi e decessi registrati in Regione

  • Covid-19, al via le convocazioni per i test a campione: "1.000 solo a Bologna città, si viene contattati per telefono"

  • Coronavirus Emilia-Romagna, bollettino 23 maggio: +43 positivi, 193 guariti e calo dei casi attivi

  • Al fiume con gli amici, scompare tra i flutti: ragazzo trovato morto nel fiume Idice

  • Nuova ordinanza Bonaccini: da lunedì aprono centri sociali, circoli, parchi tematici e riprendono gli stage

  • Frecce Tricolori a Bologna: lo spettacolo il 29 maggio

Torna su
BolognaToday è in caricamento